Imposte comunali in aumento.400 euro in più tra Imu, Irpef e Tarsu

Imposte comunali aumentate visti i tagli che il Governo centrale ha disposto per le amministrazioni comunali. Sempre più difficile arrivare a fine mese

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Imposte comunali aumentate visti i tagli che il Governo centrale ha disposto per le amministrazioni comunali. Sempre più difficile arrivare  a fine mese
Tra aumento Imu, Irpef e Tarsu si calcola che i contribuenti pagheranno 400 euro in più di imposte comunali

Imposte comunali sempre al rialzo. Non solo l’Imu che con il saldo di dicembre potrebbe aumentare, ma anche Irpef e tassa sui rifiuti nel mirino degli amministratori locali che hanno disposto aumenti per far cassa.

Pagamento Imu al rialzo

In queste ultime ore tiene banco la questione dell’aumento Imu. Da una parte la Cgia di Mestre ha previsto, secondo una sua recente indagine, condotta su un campione di 81 Comuni capoluogo di provincia, che nelle grandi città un sindaco su due ha deciso che non aumenterà l’aliquota Imu ordinaria sulla prima casa. Dall’altra parte abbiamo i Caf che proprio nella giornata di ieri, hanno chiesto al Governo una proroga del pagamento del saldo Imu di dicembre, in considerazione dei concreti aumenti dell’Imu che ci saranno con l’approvazione delle aliquote Imu comunali, in scadenza il 31 ottobre prossimo (si veda   a tal proposito il nostro articolo Pagamento Imu a dicembre.I Caf chiedono la proroga).

Le stime prevedono che, per una abitazione di tipo civile A2 (vale a dire una tipologia abitativa media che si interpone tra gli immobili economici e quelli signorili), i più “colpiti” dall’Imu sulla prima casa saranno i torinesi: la seconda rata costerà mediamente 718 euro che farà salire l’imposta complessiva annua a 1.055 euro. Segue Genova, con una seconda rata pari a 561 euro che porterà l’imposta complessiva annua a toccare i 902 euro. Sul terzo gradino dei più tartassati dall’introduzione dell’Imu si collocano i proprietari di prima casa di Bologna: pur versando una seconda rata di 440 euro, il versamento complessivo raggiungerà gli 879 euro.

Imposte comunali: altri aumenti

Ma non solo Imu. A preoccupare sono gli altri rincari in vista che peseranno sui contribuenti. L’ultima mannaia agli enti locali è stata inflitta dalla spending review. Tagli su tagli per le amministrazioni locali che, da qualche parte devono pur far cassa. Così alcuni sindaci hanno fatto leva su altri aumenti delle imposte comunali, come le addizionali Irpef e la tassa sui rifiuti, la Tarsu. Rincari anche fino a 400 euro in più all’anno. Una stima non da poco che pesa come un macigno non solo sulle famiglie, già piegate da una crisi paragonata per gli effetti devastanti a quella del ’39, ma anche per le piccole e medie imprese.

Le imposte comunali che sono a carico di  famiglie e aziende producono un circolo vizioso che stritola un’economia in forte empasse. Ci aspetta un 2013 ancora più nero?

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi