Imposta di registro sui contratti di locazione: i codici tributo per il versamento

Imposta di registro sui contratti di locazione. Ecco l'elenco dei codici tributo da indicare nel modello F23 per il versamento della tassa di registrazione della locazione

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Imposta di registro sui contratti di locazione. Ecco l'elenco dei codici tributo da indicare nel modello F23 per il versamento della tassa di registrazione della locazione
I codici tributo per versare la tassa di registrazione dei contratti di locazione nel modello F23

L’imposta di registro sui contratti di locazione si versa quando si procede alla registrazione del contratto, che può avvenire in via telematica o direttamente nell’ufficio dell’Agenzia delle entrate competente territorialmente. Se si registra il contratto in ufficio, il pagamento dell’imposta in oggetto peri  contratti di locazione, va effettuato entro 30 giorni dalla data dell’atto e comunque prima della richiesta di registrazione.

  F23 imposta di registro

 Per il versamento della tassa si registrazione della locazione, si utilizza il modello F23. Proprio in relazione  a questo modello, si precisa che in esso, reperibile gratuitamente sul sito internet dell’Agenzia delle entrate, e che per comodità nella reperibilità vi riportiamo al link  Modello F23, vanno indicati precisi elementi. Nel modello di versamento vanno indicati nella prima parte i dati anagrafici, intendendo per tali i codici fiscali e le generalità del proprietario (campo 4) e del locatario o affittuario (campo 5).

 

 Nella seconda parte, quella dedicata ai dati del versamento, vanno inseriti il codice dell’Ufficio di registro e delle Entrate (campo 6) al quale va presentato il contratto per la registrazione, mentre non va compilato il campo “Sub codice”.

                                                                      

F23 imposta di registro

La sezione Dati del versamento del modello F23 per il versamento della tassa di registrazione della locazione

Codici tributo imposta di registro

Rimanendo nel campo ”Dati del versamento”, importante  è il campo 11m il campo dedicato ai codici tributo dell’imposta in questione. Di seguito l’elenco di tali codici tributo con la descrizione che va anch’essa inserita nel modello F23:

107T – Imposta di registro per contratti di locazione fabbricati – intero periodo

115T – Imposta di registro per contratti di locazione fabbricati – prima annualità

112T – Imposta di registro per contratti di locazione fabbricati – annualità successive

114T – Imposta di registro per proroghe (contratti di locazione ed affitti)

113T – Imposta di registro per risoluzioni (contratti di locazione ed affitti)

110T – Imposta di registro per cessioni (contratti di locazione ed affitti)

964T – Diritti copie rilasciate dall’Ufficio (solo per la prima registrazione)

671T – Sanzione amministrativa imposta di registro (ravvedimento)

F23 imposta di registro: ulteriori istruzioni di compilazione

Tornando in generale al modello F23, in relazione alla tassa di registrazione della locazione, va compilato anche il campo 9 con la causale, mentre il campo 10 va compilato, in riferimento alla prima registrazione, solo per l’anno di stipula. Per proroga, risoluzione o cessione, va indicato “Anno” (quello di registrazione) per esteso e “Numero” (quello assegnato dall’Ufficio delle Entrate al momento della prima registrazione), preceduto dalla serie dell’atto che è sempre “03” e separando i due numeri con una barra.

 

Sullo stesso argomento ti potrebbe interessare anche:

Imposta di registro sui contratti di locazione: come versarla

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Imposta di registro