Imposta bollo capitali scudati: come funziona il prelievo fiscale

Tra le altre novità fiscali sulle persone fisiche si annovera anche l'imposta sul lusso

di , pubblicato il
Tra le altre novità fiscali sulle persone fisiche si annovera anche l'imposta sul lusso

L’art 19 della manovra Monti introduce un’ imposta di “bollo speciale” una tantum sui capitali scudati ossia sulle attività oggetto di emersione che alla data del 6 dicembre 2011 sono state prelevate dal rapporto acceso presso l’intermediario per effetto della vecchia procedura di emersione. Inoltre viene disposto che un bollo annuale ( prelievo a regime delle attività scudate):

  • Viene prelevata annualmente;
  • Riguarda solo attività finanziarie;
  • Riguarda  la detenzione di attività ancora segretate come disposto dalle norme sullo scudo fiscale

Il prelievo viene effettuato direttamente dagli intermediari, i quali provvedono a trattenere l’imposta dovuta direttamente dal conto del contribuente che ha effettuato l’emersione.

Il versamento deve essere effettuato  entro il 16 febbraio di ciascun anno ed il valore imponibile è rappresentato dalle attività ancora segretate al 31 dicembre dell’anno precedente a  quello per il quale è dovuta l’imposta. Le aliquote sono state stabilite nell’1 %  per il 2012, dell’1,35 per cento per il 2013 e dello 0,4 per cento nel 2014 e seguenti. L’imposta andrà calcolata avendo come base imponibile il complessivo valore di mercato o in mancanza sul valore nominale o di rimborso.

L’imposta di bollo speciale è determinata scomputando dall’imposta di bollo  pagata sulle comunicazioni relative ai titoli, strumenti e prodotti finanziari ( art. 13 comma 2 ter della tariffa), ma non scomputando quella pagata sui conti correnti, ai sensi del comma 2 bis dell’art. 13. Spetterà sempre agli intermediari la segnalazione all’agenzia delle entrate dei contribuenti nei confronti dei quali non è stata applicata e poi versata l’imposta di bollo dovuta. (Imposta di bollo e scudo fiscale nel decreto Salva Italia)

 

Per quanto riguarda invece il solo anno 2012, è stata disposta un’imposta di bollo straordinaria. Infatti il comma 12 dell’art. 19 dispone che per le attività finanziarie oggetto di emersione che alla data del 6 dicembre 2011 sono state in tutto o in parte prelevate  da rapporto di deposito sono dovuti per i solo anno 2012 un’imposta straordinaria del 10 per mille. Le modalità di versamento del tributo ed i termini di versamento sono identici all’imposta sopra descritta  (obbligo di segnalazione spettante all’intermediario, per i contribuenti per i quali non sia stato effettuato il versamento, sanzioni , norme relative ad accertamento, riscossione e contenzioso).

In ogni caso la norma riguarda esclusivamente le attività finanziarie e non anche le attività patrimoniali, anche se non sono state “segretate”.

 

IMPOSTA ATTIVITA’ FINANZIARIA ALL’ESTERO

Il decreto Monti prevede anche l’istituzione di un’imposta  sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero dalle persone fisiche che sono residenti in Italia. L’imposta h natura proporzionale e viene applicata solo alle persone fisiche residenti in Italia, non alle società ed enti collegati. Per il 2011 ed il 2012 l’aliquota è stata fissata allo 0,1 per mille, mentre dal periodo 2013 si passa all’,5 per mille. Per quanto concerne le modalità di versamento, liquidazione, accertamento, riscossione, sanzioni, rimborsi e contenzioso sono applicate le stesse norme che valgono per l’irpef.

La misura a carattere strutturale ed ha natura patrimoniale prevedendo la tassazione di attività finanziarie quali azioni e strumenti finanziari assimilati, quote di società, titoli obbligazionari, polizze assicurative e certificati di massa. Da una prima interpretazione dovrebbero essere assoggettati ad imposizioni anche attività finanziarie emesse da enti italiani ma possedute all’estero, oltre che le attività finanziarie semplicemente regolarizzate  con scudo fiscale ma ancora detenute all’estero. Inoltre la norma italiana prevede anche un credito di imposta se sugli stessi beni sono applicate delle imposte patrimoniali all’estero.

Per quanto riguarda la base imponibile va calcolata in base al valore di mercato attuale dell’attività, determinato in base al luogo ove sono detenute le attività finanziarie e per ogni anno solare, utilizzando anche la documentazione dell’intermediario estero di riferimento per singole attività, ed in mancanza secondo il valore nominale o di rimborso. Dal totale così determinata sarà possibile scomputare un credito di imposta pari all’eventuale ammontare dell’imposta patrimoniale pagata allo Stato ove sono detenute le attività finanziarie. (Imposta su scudo fiscale nella Manovra Monti)

 

TASSA SUL LUSSO: AUTO GROSSA CILINDRATA, IMBARCAZIONI E AEREI

L’art.

16 della manovra introduce un’ulteriore imposta su auto di lusso, imbarcazione e aerei. Per quanto riguarda le auto si stabilisce che a partire dal 2012 l’addizionale erariale sulla tassa automobilistica è fissata in 20 euro per ogni kw di potenza superiori ai 185 kw. Per le imbarcazioni invece si dispone che per le barche che dal 1° maggio 2012 stazionano in porti marittimi nazionali, navigano o sono ancorate in acque pubbliche sono soggette al pagamento della tassa annuale sullo stazionamento, calcolata su base giornaliera. In base alla misura dello scafo saranno dovute dalle 5 alle 703 euro giornaliere. Vengono riconosciute delle agevolazioni particolari  a chi utilizza le imbarcazioni come mezzi di locomozione e per le unità sotto i 12 metri.

In caso di omesso, ritardato o mancato versamento è prevista una sanzione che va dal 200 l 300 per cento di quanto dovuto oltre naturalmente all’imposta che occorre versare.

Per gli aeromobili iscritti nel relativo registro nazionale invece viene prevista una tassa che va dagli 1,5 euro per kg per aerei con peso sino a 1000 kg, sino a  7,30 euro per kg per aerei con peso oltre i 10 mila kg. Per gli elicotteri è prevista una somma da versare doppia rispetto a quella prevista per aeromobili. (Superbollo auto 2012 e tassa barche: cosa cambia nella tassazione)

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,