Importazione in esenzione dei DPI: nuovi chiarimenti delle Dogane

Gli Stati Membri sono tenuti, tra l’altro, a redigere un elenco degli Enti/Organizzazioni aventi titolo al beneficio (cd. Albo dei beneficiari)

di , pubblicato il
Gli Stati Membri sono tenuti, tra l’altro, a redigere un elenco degli Enti/Organizzazioni aventi titolo al beneficio (cd. Albo dei beneficiari)

L’Agenzia delle dogane e dei monopoli, con un nuovo avviso pubblicato in data 22 luglio 2020 sul proprio sito istituzionale, ha diramato nuovi chiarimenti (disposizioni) in merito alle importazioni in esenzione dai dazi all’importazione e dall’IVA del DPI (dispositivi di protezione individuale). Il presente, dunque, per dare evidenza al contenuto delle nuove precisazioni.

In sede di premessa, vogliamo ricordare che le misure adottate, a livello UE, per contrastare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 hanno previsto, tra l’altro, la possibilità di importare merci necessarie a fronteggiare l’emergenza sanitaria in esenzione dai dazi all’importazione e dall’IVA (Decisione della Commissione Europea n. 491 del 3 aprile 2020).

Condizione necessaria per fruire di tale beneficio è che le merci siano importate per l’immissione in libera pratica da o per conto di soggetti compresi esclusivamente in una delle seguenti categorie:

  • Organizzazioni statali inclusi Enti statali, Enti pubblici e altri Organismi di diritto pubblico;
  • Unità di pronto soccorso;
  • Altre organizzazioni di beneficenza o filantropiche approvate dalle autorità competenti.

Al riguardo, in attuazione della Decisione sopra citata, gli Stati Membri sono tenuti, tra l’altro, a redigere un elenco degli Enti/Organizzazioni aventi titolo al beneficio (cd. Albo dei beneficiari).

L’importanza dell’iscrizione all’albo

Nell’avviso si legge testualmente che “al fine di snellire, semplificare e velocizzare il processo connesso alle importazioni di tali merci da parte degli Enti/Organizzazioni beneficiari, sulla base di quanto previsto dalla disciplina unionale, si è dato corso alla realizzazione di nuove applicazioni a supporto del processo di importazione, che consta delle seguenti fasi:

  • iscrizione all’Albo dei beneficiari;
  • gestione delle prenotazioni per le importazioni delle merci in esenzione che sostituisce l’attuale procedura cartacea di svincolo diretto/celere”.

I nuovi servizi online, continua l’Agenzia, per la gestione dell’istanza di iscrizione all’Albo dei beneficiari e per la gestione delle prenotazioni per l’importazione di merci in franchigia sono già disponibili sul proprio sito istituzionale e dal 20 luglio hanno sostituito l’attuale procedura cartacea di svincolo diretto/celere.

Si ricorda, infine, l’importanza dell’iscrizione all’Albo dei beneficiari da effettuarsi preliminarmente alle operazioni di prenotazione.

Argomenti: ,