Illeciti fiscali: nel 2015 boom di segnalazioni sospette, lo comunica Bankitalia

Crescono le segnalazioni di illeciti fiscali, a renderlo noto Bankitalia.

di , pubblicato il
Crescono le segnalazioni di illeciti fiscali, a renderlo noto Bankitalia.

82.428 segnalazioni di operazioni sospette pervenute le 2015 all’Unità di informazione finanziaria per l’italia, olre 10mila in più rispetto all’anno precedente. A renderlo noto Bankitalia aggiungendo che nel primo semestre del 2016 il flusso ha superato già le 50mila segnalazioni e si stima di raggiungeranno, entro la fine dell’anno, le 100mila segnalazioni.

Bankitalia fa notare che nel campo degli illeciti fiscali numerose sono le segnalazioni inerenti la voluntary disclosure (7mila nel 2015 e oltre 10mila nel primo semestre del 2016) fanno emergere in alcuni casi sospetti di reati esclusi dal beneficio della non punibilità.

Il perimetro dei soggetti segnalati, inoltre, sembra essere cresciuto a testimonianza che la maggiore collaborazione con l’Unità rende più facile individuare gli operatori ancora poco attenti o inadempienti.

Le segnalazioni dei professionisti sono oltre che raddoppiate passando da 2.500 a quasi 6mila in conseguenza, soprattutto delle operazioni di regolarizzazione fiscale.

Le segnalazioni degli operatori non finanziari, nel 2015, sono aumentate di oltre il 60% mentre resta critica la collaborazione da parte degli uffici della pubblica amministrazione (nel 2015 solo 21 segnalazioni e solo 7 nel primo semestre del 2016).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,