Il reddito di cittadinanza si piega ma non si spezza, riconfigurazione senza cancellazione

Il reddito di cittadinanza si piega ma non si spezza, riconfigurazione senza cancellazione. Ecco come il Governo Draghi è pronto a rivedere il sussidio. Vita dura dal 2022 non solo per i furbetti, ma anche per chi non vuole lavorare.

di , pubblicato il
Il reddito di cittadinanza si piega ma non si spezza, riconfigurazione senza cancellazione

Per il 2022 il reddito di cittadinanza si piega ma non si spezza. In quanto per il sussidio ci sarà una riconfigurazione, ma senza alcuna cancellazione. Così come, invece, è richiesto a gran voce dal partito Fdi guidato dalla leader Giorgia Meloni.

Il reddito di cittadinanza si piega ma non si spezza dopo che, peraltro, la misura è stata da poco rifinanziata per il 2021. Così come è riportato in questo articolo. In più, non sarà accolta la proposta del leader della Lega Matteo Salvini di rivedere profondamente la misura. Garantendo l’erogazione del sussidio solo ed esclusivamente a chi davvero non può lavorare.

Il reddito di cittadinanza si piega ma non si spezza, riconfigurazione senza cancellazione

Nel dettaglio, le attese a livello finanziario sono quelle di un taglio sull’Rdc pari a ben 1 miliardo di euro per il 2022. Il reddito di cittadinanza si piega ma non si spezza. Ma in ogni caso sarà rivisto con l’introduzione di penalizzazioni significative. Aspettando i dettagli del provvedimento, il sussidio nel tempo dovrebbe essere progressivamente ridotto a chi non accetterà le offerte di lavoro.

In questo modo, quindi, si andrebbero a penalizzare tutti quei percettori che, presentando domanda, hanno come obiettivo solo quello di percepire il sussidio per non lavorare. Il reddito di cittadinanza si piega ma non si spezza, quindi, con il miliardo di euro di risorse risparmiate che dovrebbero essere reinvestite. Nelle politiche attive per il lavoro oppure per l’introduzione di agevolazioni fiscali. Considerando che ancora la pandemia di Covid-19 in Italia picchia duro per alcune categorie economiche.

I controlli sul sussidio saranno rafforzati nel 2022?

Il miliardo di euro risparmiato sul reddito di cittadinanza, inoltre, potrebbe prevedere pure un inasprimento dei controlli.

Perché è vero che il reddito di cittadinanza si piega ma non si spezza.

Ma in realtà spesso emergono casi di cronaca clamorosi e legati proprio alla percezione indebita dell’RdC. Da chi prende il sussidio e gira in città con macchine di lusso a tanti falsi indigenti. E passando pure per persone condannate in via definitiva per gravi reati.

Argomenti: