Il fisco delle badanti: guardiamo l’altra faccia della medaglia

Badanti straniere ed evasione fiscale: guardiamo l'altra faccia della medaglia e prendiamo nota anche del punto di vista delle badanti stesse.

di , pubblicato il
colf-badanti-estate
Qualche giorno fa ho pubblicato la lettera aperta di un lettore che ci parlava del suo punto di vista sull’evasione fiscale da parte delle badanti straniere.
Avendo dato voce ad un lettore che parlava dell’avasione fiscale da parte delle badanti straniere che spediscono gran parte dei loro guadagni alle famiglie in patria che pur essendo in regola con i contratti di lavoro non versano il dovuto al Fisco italiano.
Il nostro lettore sosteneva, infatti, che le badanti pur ricevendo stipendio, tredicesima, ferie e tfr oltre ai contributi non sono tenute a presentare regolare dichiarazione dei redditi avendo come unica entrata lo stipendio (che ricordiamo è già tassato con l’IRPEF).
A questo punto, ricevendo una lettera di risposta a tale articolo, da parte di una badante, vogliamo dare voce anche all’altra parte in causa che ci racconta, dalla sua esperienza, dove finiscono realmente i soldi pagati alle badanti straniere.
“Ciao, Patrizia. Ho letto il tuo articolo. Vero in proporzione di 50%. Io sono badante. Quando sono arrivata qua in Italia, ho cercato un lavoro con un contratto giusto, tramite una agenzia. 
Volevo essere messa in regola, con i documenti e tutti versamenti verso lo stato italiano…ma quelli dell’ agenzia hanno fatto i furbi…Non mi hanno detto tutto quello che accadeva nel contratto…contratto di lavoro tempo determinato, sono convivente, allora vivo in casa dell’anziana 24/24, ma il mio contratto era solo di 42 ore alla settimana…750 €/ mese. e mi chiedo, come posso lavorare solo 42 ore…guadagnavano quelli… forse sarebbe bene scrivere un articolo anche su questo. Le agenzie guadagnano soldi…”legale”…e quanti soldi versano i famigliari .e dove arriveranno alla fine…non credo in tasca di una badante, né anche in tesoreria di stato. Grazie.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,

I commenti sono chiusi.