Il Bonus Terme fino a 200 va in scadenza. Occhio a non perderlo

Attenzione, il Bonus Terme può essere utilizzato entro un lasso di tempo ben definito. Ecco le scadenze da ricordare.

di , pubblicato il
Bonus terme 2021, guida alla compilazione del modulo

Il Bonus Terme ha scopo di incentivare l’acquisto dei servizi nei centri termali accreditati.

Federterme-Confindustria, con una nota del 16 agosto, ha fornito alcuni utili chiarimenti, fra i tanti, anche in merito al periodo di validità del voucher terme dopo la sua emissione. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Bonus Terme, cos’è?

Il Bonus Terme, sostanzialmente, consiste in uno sconto del 100% sul prezzo d’acquisto dei servizi termali prescelti, fino a un massimo di 200 euro.

Il Bonus Terme si rivolge a tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia, senza limiti di ISEE e senza limiti legati al nucleo familiare.

Il cittadino interessato deve prenotare i servizi termali presso un istituto termale accreditato di sua scelta. La stressa provvederà a rilasciare l’attestato della prenotazione.

Con un prossimo avviso pubblicato sui siti internet del Mise e di Invitalia verrà data comunicazione dell’elenco degli stabilimenti accreditati e dell’apertura delle prenotazioni per i servizi termali.

Qual è il periodo di validità del voucher? Occhio alla scadenza

Una volta ottenuto e usufruito del buono, l’istituto termale presso il quale il cittadino ha fruito dei servizi provvederà a richiedere a Invitalia il rimborso del valore del buono utilizzato dal cittadino. Ma attenzione, il bonus terme può essere utilizzato entro un lasso di tempo ben definito.

La prenotazione, infatti, ha un termine di 60 giorni dalla sua emissione, trascorsa questa finestra temporale, il voucher non sarà può utilizzabile e le risorse torneranno a disposizione nel plafond generale.

 

Articoli correlati

Argomenti: Nessuno