Il bonus Natale fino a 1400 euro si spende al supermercato: facciamo chiarezza. Ecco la verità

Il bonus Natale fino a 1400 euro si spende al supermercato: facciamo chiarezza. Ecco la verità anche su come presentare la domanda. Tutte le info sulla misura per le famiglie.

di , pubblicato il
Il bonus Natale fino a 1400 euro si spende al supermercato: facciamo chiarezza. Ecco la verità

Per il bonus Natale 2021 fino a 1400 euro che si spende al supermercato, facciamo chiarezza. Ecco la verità sulla misura che è finalizzata ad aiutare le famiglie che sono in difficoltà economica. Anche per l’acquisto di generi alimentari e di altri beni di prima necessità. Così come è riportato in questo articolo.

Il bonus Natale 2021 può arrivare anche fino a 1400 euro, ma la somma massima ottenibile varia da comune a comune. Sebbene i fondi stanziati siano statali, infatti, sono le amministrazioni comunali, in base alla ripartizione delle risorse, a concedere il bonus Natale 2021 fino a 1400 euro.

Il bonus Natale 2021 fino a 1400 euro si spende al supermercato: facciamo chiarezza. Ecco la verità

Il bonus Natale 2021 fino a 1400 euro non è peraltro un contributo che viene erogato in denaro. Ma attraverso l’emissione di voucher che sono spendibili presso gli esercizi convenzionati che aderiscono all’iniziativa. Includendo pure i supermercati.

Il bonus Natale 2021 fino a 1400 euro non è inoltre accessibile in questo momento su tutto il territorio nazionale. In quanto alcuni comuni hanno già pubblicato l’apposito bando che poi è scaduto. In altri comuni la misura è attualmente attiva, e quindi si può ancora presentare la domanda. Così come in altri comuni ancora i termini di presentazione delle istanze sono chiusi per esaurimento delle risorse.

Come si ottengono i voucher comunali per fare la spesa al supermercato

L’accesso al bonus Natale 2021 fino a 1400 euro, attraverso l’emissione di voucher comunali per fare la spesa, è subordinato al rispetto di limiti ai fini ISEE. In quanto la misura è pensata proprio per le famiglie a basso reddito. Nonché per quelle famiglie che non ricevono alcun aiuto o contributo pubblico.

Per la concessione dei voucher che non sono altro che dei buoni spesa, infatti, la priorità va a tutte quelle famiglie che non percepiscono altri sussidi come, per esempio, il reddito di cittadinanza. . Se nel proprio comune il bando è aperto, e si posseggono i requisiti, è bene affrettarsi nel presentare la domanda. Proprio prima che, come sopra accennato, i fondi stanziati vadano esauriti.

Argomenti: