Il bonus bebè non si tocca: Di Maio smentisce le voci sul rischio di cancellazione

La notizia della mancata proroga del bonus baby sitter ha generato confusione. Ma Di Maio rassicura: il bonus bebè non si tocca. Nessun rischio cancellazione.

di , pubblicato il
La notizia della mancata proroga del bonus baby sitter ha generato confusione. Ma Di Maio rassicura: il bonus bebè non si tocca. Nessun rischio cancellazione.

La notizia della mancata proroga del bonus baby sitter ha generato confusione. Ma Di Maio rassicura: il bonus bebè non si tocca. Nessun rischio cancellazione.

Leggi anche:

Entro quando vanno spese le somme residue del bonus baby sitter

Commentando il recente congresso di Verona, Di Maio ha ribadito il suo sostegno alle famiglie ma al tempo stesso anche al diritto di scegliere delle donne e, in collegamento a Mattino Cinque, ha smentito categoricamente le voci circa il rischio di cancellazione del bonus bebè.

I calcoli sul bonus baby sitting: cancellato o aumentato?

A chi critica la cancellazione del bonus baby sitting definendola non coerente con l’impegno per le famiglie, Di Maio risponde che in realtà l’importo del bonus è passato da 500 a 1500 euro. Parole che hanno suscitato l’ira dell’opposizione. Elena Carnevali, della Presidenza del Gruppo PD alla Camera, lo accusa di non conoscere neppure il contenuto di quanto approvato con l’ultima legge di bilancio oppure di mentire anche di fronte all’evidenza: “il bonus baby sitter introdotto per il triennio 2013-2015, sperimentale fino al 2018, semplicemente non c’è più, perche’ il governo M5s-Lega ha deciso di non prorogarlo”. Probabilmente il riferimento di Di Maio è all’importo riconosciuto tramite il bonus asilo nido. Ma anche questa spiegazione non convince la Carnevali che invece sottolinea: “il vicepresidente del consiglio forse si confonde con il bonus asilo nido che, ricordo, fu inizialmente anche questo non piu’ rifinanziato, per poi reinserirlo elevando l’importo a 1.500 euro, ma mantenendo per il 2019 lo stesso stanziamento e, quindi, riducendo la platea dei potenziali beneficiari”. Un paragone quindi improprio visto che si tratta di due provvedimenti diversi. Inutile quindi dire che uno ha sostituito l’altro perché,a ben vedere, non si equivalgono.

Bonus bebè, bonus baby sitter e bonus asilo nido 2019: facciamo chiarezza

Aldilà degli annunci propagandistici da una e dall’altra parte quindi, facciamo chiarezza sulla situazione dei bonus 2019 per chi ha figli, basandoci solo sui numeri e i dati oggettivi, senza condizionamenti politici.

  • Il bonus baby sitter (per chi accetta di compensare il congedo parentale con un importo di 600 euro mensili per un massimo di 6 mesi) non è stato prorogato;
  • Il bonus bebè 2019 è stato confermato (durata un anno);
  • Il bonus asilo nido è passato da 1000 a 1500 euro distribuito su undici mensilità.

Ricordiamo che è ancora possibile anche chiedere il premio nascita (cd bonus mamma domani) a partire dal settimo mese di gravidanza (800 euro una tantum).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,