Il bonus ascensore vale anche per il montacarichi?

Il Bonus ascensori consiste in una detrazione pari al 75 per cento delle spese sostenute per l'eliminazione di barriere architettoniche.

di , pubblicato il
Il Bonus ascensori consiste in una detrazione pari al 75 per cento delle spese sostenute per l'eliminazione di barriere architettoniche.

La Legge di Bilancio 2022 è stata approvata in via definitiva. Fra le tante novità, è stato previsto anche un nuovo bonus edilizio, pari al 75% delle spese sostenute nel 2022, per il superamento e l’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti. Il bonus, già ribattezzato bonus ascensore è valido anche per l’istallazione di montacarichi. Vediamo meglio di cosa si tratta e a chi spetta.

Bonus ascensore, cos’è e a chi spetta?

Il Bonus ascensori e montacarichi (comma 42, articolo 1, legge 234/2021) consiste in una detrazione pari al 75 per cento delle spese documentate, sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022, per la realizzazione di interventi direttamente finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a:

  • 50 mila euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno;
  • 40 mila euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da due a otto unità immobiliari;
  • 30 mila euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari.

Il bonus spetta anche per gli interventi di automazione degli impianti degli edifici e delle singole unità immobiliari funzionali ad abbattere le barriere architettoniche nonché, in caso di sostituzione dell’impianto, per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dei materiali e dell’impianto sostituito.

La detrazione è da ripartire in cinque quote annuali di pari importo.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,