Green pass: arriva l’accordo Ue per il certificato vaccinale

Tutto pronto per l’introduzione del green pass europeo. Trovato l’accordo a livello europeo per garantire liberamente gli spostamenti.

di , pubblicato il
green pass

Passi avanti per il green pass europeo. Un accordo politico importante è stato raggiunto dal Parlamento europeo sul regolamento che disciplina il certificato digitale europeo per il Covid-19.

In altre parole, il certificato verde digitale, noto anche come green pass, è sulla buona strada per essere pronto alla fine di giugno, come previsto. Sarà adottato da tutti i paesi membri europei, fra cui anche l’Italia.

Green pass europeo al via

L’accordo – spiega la Commissione europea – è stato raggiunto in tempi stretti, appena due mesi dopo la proposta della Commissione. I negoziati sul green pass sono stati velocizzati anche per permettere la libera circolazione delle persone in vista del periodo delle vacanze estive.

Accogliendo con favore questo risultato, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha dichiarato che

stiamo mantenendo il nostro impegno per avere il certificato digitale europeo per il Covid-19 attivo e funzionante prima dell’estate. I cittadini europei non vedono l’ora di viaggiare di nuovo e l’accordo di oggi significa che saranno in grado di farlo in sicurezza molto presto“.

Il green pass sarà gratuito per tutti. Coprirà la vaccinazione, i test e la guarigione dal Covid offrendo diverse opzioni alle persone. Rispetta pienamente i diritti fondamentali dei cittadini, compresa la protezione dei dati personali.

Più liberi di circolare

Tutti i cittadini dell’Ue hanno il diritto fondamentale alla libera circolazione nell’Unione. Il green pass, disponibile in formato cartaceo o digitale, renderà più facile viaggiare per gli europei. Sia per incontrare le loro famiglie e i loro cari, sia per turismo.

Von der Leyen, ha detto che “vorremmo ringraziare il Parlamento europeo e la presidenza portoghese per la loro dedizione, perseveranza e immenso lavoro a velocità record per trovare un accordo sulla proposta che abbiamo presentato“.

Ancora un po’ di lavoro resta ancora da fare. Il sistema che garantirà il green pass sarà pronto nei prossimi giorni. Al momento è importante che tutti gli Stati membri procedano con l’introduzione dei loro certificati digitali per garantire che il sistema possa essere installato e funzionante il prima possibile.

Con l’impegno e la cooperazione di tutti, il green pass della Ue sarà disponibile in tempi rapidi.

Cosa ci dice il green pass

Il green pass della Ue conterrà tutti i dati anagrafici dei cittadini che saranno abbinati alla vaccinazione effettuata, i test e la guarigione da covid. Sarà disponibile in formato digitale e cartaceo, a seconda della scelta dei destinatari. Il green pass conterrà un Qr code firmato digitalmente riconoscibile anche dalle pubbliche amministrazioni.

Sarà gratuito, facilmente ottenibile e disponibile anche per le persone vaccinate prima dell’entrata in vigore del Regolamento sul Certificato Digitale. Potrà essere utilizzato anche dagli Stati membri per scopi nazionali, se previsto dalla legislazione nazionale.

Inoltre, gli Stati membri si asterranno dall’imporre ulteriori restrizioni di viaggio ai titolari di un certificato digitale dell’Ue.

L’accordo politico dovrà ora essere formalmente adottato dal Parlamento europeo e dal Consiglio. Il regolamento sul green pass entrerà in vigore il primo luglio. Con un periodo di introduzione graduale di sei settimane per il rilascio dei certificati negli Stati membri che necessitano di tempo aggiuntivo.

Argomenti: ,