Giovani imprenditori – Boom in Lombardia delle imprese agricole + 32%

Nell'ultimo anno si è verificato un boom di giovani imprenditori, con un incremento del 32% per le nuove imprese agricole in Lombardia. I giovani hanno scelto "il ritorno alla terra"

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Nell'ultimo anno si è verificato un boom di giovani imprenditori, con un incremento del 32% per le nuove imprese agricole in Lombardia. I giovani hanno scelto

Nell’ultimo anno, nel periodo compreso tra il primo trimestre 2014 e i primi tre mesi dell’anno 2015, si è verificato un incremento di giovani imprenditori nelle imprese agricole Lombarde, si stima infatti un aumento del 32% di nuove imprese aperte da persone con meno di 40 anni. I dati sono stati resi noti in occasione della consegna degli Oscar Green 2015 della Coldiretti alle imprese giovani più innovative. Le province con un alto tasso di imprese nuove sono Lecco, Como, Sondrio.   Il Presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, ha dichiarato che ormai fare l’agricoltore non è più una vergogna o un mestiere poco qualificato, ma è un modo per costruirsi un futuro.     Da un’indagine della Coldiretti, il 54% dei giovani preferirebbe gestire un agriturismo, il 21% lavorare in una multinazionale e il 13% lavorare come impiegato in banca.  Un’altro dato molto rilevante, è che un’azienda agricola su quattro è gestita da donne. Le province con più donne alla guida di imprese agricole, sono Lecco al primo posto col 50%, a seguire Como con il 40%, poi Bergamo con il 36,8% e Varese con il 33,3%. La Coldiretti, inoltre, ha stimato che in Lombardia ci sono circa 1500 agriturismi di cui la metà è capitanata da donne.     Il record generale, dei giovani imprenditori, spetta sempre a Lecco con il ben 50%, seguita da Como con il 47,6%, Sondrio con il 45,8 %, Monza e Brianza con il 42,9 % e Varese con il 40,9%. Valori più bassi nelle aree di pianura: dal 18,3% di Mantova al 30,4% di Cremona, al 36,8% di Brescia.   La Coldiretti spiega inoltre che le maggiori difficoltà, per avviare una nuova impresa agricola senza cospicui investimenti di capitali, si trovano nelle aree pianeggianti, in quanto il sistema agricolo è caratterizzato da zootecnica da latte e da carne. E’ quindi più facile trovare aziende tramandate da padre in figlio, piuttosto che vedere l’apertura di nuovi allevamenti. I settori per i quali i giovani imprenditori sono più impegnati sono:

  • 49% allevamento
  • 38% coltivazione dei cerali
  • 14% coltivazione di ortaggi
  • 11% coltivazione alberi da frutto

Con le nuove tecnologie il 50% delle imprese è presente online con siti internet e i social network, come facebook e twitter, per pubblicizzare la propria azienda. I giovani di oggi sono più preparati, in quanto la maggior parte ha conseguito titoli specifici, infatti possiamo trovare ragazzi con titoli di perito agrario, agrotecnico, scienze agrarie,  vinicoltura ed enologia. Ma si possono trovare anche giovani che hanno conseguito altri titoli come per esempio meccanici, geometri, ingegneri elettronici e via dicendo, che hanno deciso di intraprendere la strada della terra.   Si stima che il 36% dei giovani imprenditori decida di intraprendere questo lavoro per passione e il 26

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Partita Iva e ditte individuali