Gestione separata INPS: aliquote, contributi, massimale e minimale 2015

A dettare le nuove aliquote dei contributi per gli iscritti alla gestione separata è l'Inps con la circolare del 5 febbraio 2015

di , pubblicato il
A dettare le nuove aliquote dei contributi per gli iscritti alla gestione separata è l'Inps con la circolare del 5 febbraio 2015

A dettare le nuove aliquote 2015 per il versamento dei contributi degli iscritti alla gestione separata è l’Inps con la circolare n. 27 del 5 febbraio 2015, in cui vengono individuate oltre alle aliquote contributive, il massimale e minimale di reddito per l’anno 2015.

Contributi gestione separata 2015: le aliquote

In base alla riforma del lavoro Fornero, per i soggetti iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata, l’aliquota contributiva e di computo è elevata per l’anno 2015 al 30 per cento.

Per i soggetti già pensionati o assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie, l’aliquota per il 2015 è stabilita al 23,50 per cento. Viene confermata anche l’ulteriore aliquota contributiva, istituita dall’art. 59, comma 16 della legge n. 449/1997, per il finanziamento dell’onere derivante dall’astensione agli iscritti, che non risultino già assicurati ad altra forma previdenziale obbligatoria o pensionati, della tutela relativa alla maternità, agli assegni per il nucleo familiare, alla degenza ospedaliera, alla malattia ed al congedo parentale, che è pari allo 0,72 per cento. Ricapitolando le aliquote dei contributi dovuti per la Gestione Separata per l’anno 2015, sono complessivamente fissate come segue:

  • 30,72% (30 IVS + 0,72 aliquota aggiuntiva) per i soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie;
  • 23,50% per i soggetti titolari di pensione (diretta e indiretta) o assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie

 Massimale e minimale annuo di reddito

Le aliquote del 30,72 e 23,50% sono applicabili facendo riferimento ai redditi conseguiti dagli iscritti alla Gestione Separata fino al raggiungimento del:

  • massimale di reddito per l’anno 2015, di 100.324,00 euro;
  • minimale di reddito per il 2015 di 15.548,00 euro.

  APPROFONDISCI – Gestione separata INPS, contributi in aumento dal 1 gennaio 2015  

Gestione separata: ripartizione onere contributivo

Per quanto riguarda la ripartizione dell’onere contributivo si ricorda che:

  • per aziende committenti: 1/3 per collaboratore e 2/3 committente (obbligo del versamento dei contributi in capo all’azienda committente, che deve eseguire il pagamento entro il 16 del mese successivo a quello di effettiva corresponsione del compenso, tramite il modello F24 telematico per i datori privati e modello F24 EP per le Amministrazioni Pubbliche);
  •  per liberi professionisti: onere contributivo interamente a loro capo, da versare tramite modello F24 telematico, alle scadenze fiscali previste per il pagamento delle imposte sui redditi (saldo 2014, primo e secondo acconto 2015).

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: