Fringe benefit ai dipendenti: raddoppiato il limite di esenzione IRPEF

Il limite di esenzione IRPEF per i beni ceduti ed i servizi prestati ai dipendenti, passa a 516,46 euro per il solo anno d’imposta 2020

di , pubblicato il
fringe benefit

Confermata, anche nella fase di conversione in legge del decreto Agosto (il testo ora è alla Camera), la misura che raddoppia il limite di esenzione IRPEF per i beni ceduti ed i servizi prestati ai dipendenti (c.d. fringe benefit). La nuova soglia, tuttavia, vale limitatamente all’anno d’imposta 2020.

In particolare a prevederlo è l’art. 112 del citato decreto, il quale, deroga a quanto stabilito dall’art. 51 comma 3 del TUIR (Testo unico imposte sul reddito), ai sensi del quale non concorre a formare il reddito di lavoro dipendente:

“il valore dei beni e dei servizi ricevuti dal datore di lavoro se complessivamente di importo non superiore nel periodo d’imposta a euro 258,23. Tuttavia, se il predetto valore è superiore al citato limite, lo stesso concorre interamente a formare il reddito”.

Limite di esenzione IRPEF dei beni e servizi ceduti ai dipendenti: quale novità?

Ora il decreto Agosto, incrementa, per il solo periodo di imposta 2020, il limite di esenzione IRPEF di cui sopra, portandolo da 258,23 euro a 516,46. Resta fermo il principio che, qualora il valore complessivo dei suddetti beni e servizi sia superiore al limite, l’intero valore concorre a formare il reddito imponibile ai fini IRPEF del lavoratore.

Riteniamo, utile, comunque, ricordare che, ai sensi del comma 1 del medesimo art. 51 del TUIR, il reddito di lavoro dipendente è costituito da tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d’imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro.

Si considerano percepiti nel periodo d’imposta anche le somme e i valori in genere, corrisposti dai datori di lavoro entro il giorno 12 del mese di gennaio del periodo d’imposta successivo a quello cui si riferiscono.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,