Frigorifero rotto in casa in affitto: chi paga?

Frigorifero rotto: deve pagare il proprietario o l'inquilino? Quale principio si applica per la divisione corretta delle spese domestiche e chi è tenuto alla manutenzione degli elettrodomestici in casa.

di , pubblicato il
Frigorifero rotto: deve pagare il proprietario o l'inquilino? Quale principio si applica per la divisione corretta delle spese domestiche e chi è tenuto alla manutenzione degli elettrodomestici in casa.

Si è rotto il frigorifero in casa? Aldilà del disagio pratico, se la casa è in affitto, la domanda è: chi paga il danno? La riparazione o la sostituzione spettano al proprietario dell’immobile o all’inquilino? La risposta non è scontata e peraltro è bene sapere in anticipo come muoversi perché nell’emergenza la priorità istintivamente sarà quella di limitare i danni e chiamare subito un tecnico.

Ma poi la fattura a chi spetta?

Riparazioni in casa ed elettrodomestici rotti: chi paga

Il primo principio è che bisogna valutare il tipo di danno: se il problema è dovuto ad incuria dell’inquilino, come mancata pulizia, allora ne risponderà lui. La manutenzione dell’elettrodomestico per quelli che possono essere problemi inerenti all’usura spetta invece al locatore. Pensiamo ad esempio al caso della serpentina che si rompe. Eventuali diverse ripartizioni delle spese non sono da escludere a priori ma devono risultare esplicitamente da contratto.

Riparazioni urgente e rimborso spese anticipate dall’inquilino

Come accennato sopra, quando smette di funzionare il frigorifero improvvisamente, può essere inevitabile, per ragioni di urgenza che sia l’inquilino a chiamare il tecnico e a pagare spese che spetterebbero al proprietario di casa. Se i rapporti sono buoni di norma quest’ultimo non farà storie a restituire le somme anticipate e quindi si troverà facilmente un accordo (eventualmente scalando la cifra dai successivi canoni di locazione). In caso contrario comunque è bene sapere che la legge tutela l’affittuario e impone al locatore di rimborsare le spese. La giurisprudenza ha riconosciuto al conduttore il diritto al rimborso delle spese sostenute per interventi urgenti anche se l’elettrodomestico era in garanzia e quest’ultima non si è potuta far valere perché intestata al proprietario. L’urgenza però non esonera l’inquilino dall’avvisare il proprietario di casa del guasto e sarà suo onere anche mostrare la ricevuta dell’intervento.

In alcuni casi i giudici hanno ritenuto responsabile addirittura l’inquilino prevedente: pensiamo all’ipotesi di una persona che entri come affittuario in una casa e riscontri nei primissimi giorni un malfunzionamento del frigorifero dovuto ad incuria.

E’ intuitivo che l’uso improprio sia da addebitare all’inquilino precedente.

Sullo stesso argomento leggi anche:

Se si rompe la lavatrice in casa in affitto chi paga?

Caparra d’affitto per eventuali danni: tre cose che forse non sai

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.