Forfettari e fattura elettronica: agevolazioni sui termini dell’accertamento

Il contribuente forfettario che ha optato per la fatturazione elettronica beneficia della riduzione di un anno dei termini per l'accertamento da parte del Fisco.

di , pubblicato il
Il contribuente forfettario che ha optato per la fatturazione elettronica beneficia della riduzione di un anno dei termini per l'accertamento da parte del Fisco.

 

Il contribuente forfettario non è un soggetto tenuto ad emettere la fattura in formato elettronico. Tuttavia, se decide di fatturare in formato elettronico tulle le operazioni poste in essere nel corso dell’anno, beneficia di una riduzione del termine di accertamento in materia di imposte sul reddito.

 

Nella prossima legge di bilancio potrebbero arrivare nuovi incentivi al ricorso alla fatturazione elettronica da parte dei forfetari.

 

Ecco in chiaro quali sono le agevolazioni attualmente previste e i soggetti interessati.

Il regime forfettario: la tassazione

I contribuenti forfetari determinano il reddito applicando al monte ricavi/compensi uno specifico indice di redditività. Difatti, tale indice varia a seconda del codice ATECO dell’attività svolta.

 

Dal reddito così determinato, possono essere dedotti i contributi previdenziali versati in obbligo di legge. A tal proposito, sono deducibili altresì i contributi previdenziali versati per conto dei collaboratori dell’impresa familiare fiscalmente a carico.

 

Deduzione ammessa anche quelli versati per conto dei collaboratori non fiscalmente a carico, a condizione che il titolare non abbia esercitato nei loro confronti il diritto di rivalsa.

 

I contributi previdenziali sono le uniche voci di spesa deducibili in via analitica.

 

Al reddito così determinato si applica l’imposta sostitutiva al 15% o al 5%. Il versamento è effettuato alle stesse scadenze e con le stesse modalità previste per l’Irpef dei titolari di partita iva.

 

In casi di perdita di requisiti del forfettario si esce dal regime dall’anno successivo.

I forfetari e gli obblighi di fatturazione elettronica

I contribuenti forfettari non rientrano tra i soggetti obbligati alla fatturazione elettronica.

 

Difatti, sono considerati al pari dei consumatori finali.

 

Ciò significa che:

 

  • nello svolgimento delle loro attività di impresa o professionale possono emettere fatture cartacee;
  • per gli acquisti, sia riferiti alla sfera privata che a quello dell’attività svolta possono continuare farsi rilasciare una copia cartacea della fattura anche elettronica emessa dall’esercente.

 

Difatti, la copia è perfettamente valida e non c’è alcun obbligo ad acquisire e gestire la fattura elettronica da parte del cliente”(Fonte portale Agenza delle entrate”).

 

Sia:

 

possono sempre decidere di ricevere le fatture elettroniche emesse dai loro fornitori. Comunicando a questi ultimi, ad esempio, un indirizzo PEC. Con conseguente obbligo di conservazione delle fatture elettroniche.

 

Al contrario, tali soggetti non hanno neppure l’obbligo di conservare elettronicamente quelle ricevute nel caso in cui il soggetto non comunichi al cedente/prestatore la PEC ovvero un codice destinatario con cui ricevere le fatture elettroniche.

Fatturazione elettronica forfettari: le agevolazioni

La legge di bilancio ha introdotto delle agevolazioni per incentivare il ricorso alla fatturazione elettronica da parte dei contribuenti forfettari.

 

Difatti, è previsto che per questi ultimi,

 

  • nel caso aderiscano alla fatturazione elettronica
  • per il totale del fatturato annuo,

 

il termine di decadenza per la notificazione degli avvisi di accertamento (articolo 43, comma 1, Dpr N. 600/1973) è ridotto di un anno, da cinque a quattro.

Le prospettive future

Nella prossima legge di bilancio, potrebbero essere previsti nuovi incentivi al ricorso alla fatturazione elettronica da parte dei forfettari.

Ad esempio, si sta già parlando di specifici crediti d’imposta o alte agevolazioni per invogliare i forfetari alla fatturazione elettronica.

 

L’intento dello Stato è sempre quello di combattere l’evasione fiscale.

Argomenti: ,