Contributo fino a 150.000 euro, ancora un mese per accedere al Fondo perduto perequativo

L'Agenzia delle entrate ha definito il contenuto informativo, le modalità e i termini di presentazione dell’istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto perequativo

di , pubblicato il
contributo a fondo perduto Sostegni bis

Le istanze per la richiesta del contributo a fondo perduto perequativo possono essere presentate da ieri 29 novembre e fino al prossimo 28 dicembre.  A renderlo noto è l’Agenzia delle entrate con apposito provvedimento pubblicato ieri. Provvedimento che ha definito il contenuto informativo, le modalità e i termini di presentazione dell’istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto.

Il fondo perduto perequativo

L’art.1 del D.L. 73/2021, decreto Sostegni-bis, al comma 16 ha introdotto un contributo a fondo perduto in favore delle imprese e dei professionisti che hanno subito un calo di utile (Ricavi-costi).  Nello specifico, il fondo perduto perequativo va a ristorare i suddetti soggetti dal calo di utile relativo al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2020. Rispetto a quello relativo al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2019.

Detto ciò, la norma, per prendere piena efficacia prevedeva sia l’intervento del Ministero dell’economia e delle finanze sia dell’Agenzia delle entrate.

Da qui:

  • con il provvedimento, Prot. n. 227357/2021, adottato dall’Agenzia delle entrate in data 4 settembre, sono stati individuati  i campi delle dichiarazioni dei redditi relative ai periodi d’imposta 2019 e 2020 necessari per determinare gli ammontari dei risultati economici d’esercizio da considerare ai fini del riconoscimento del contributo a fondo perduto perequativo del decreto Sostegni-bis;
  • con il decreto del Mef del 12 novembre 2021, registrato alla Corte dei Conti ma non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale, è stata fissata la percentuale di calo di utile minima per accedere al fondo perduto perequativo.

Inoltre, il decreto ha individuato anche le modalità di calcolo del contributo.

Per dare piena attuazione alla norma, mancava solo il provvedimento dell’Agenzia delle entrate che definisse le modalità, il contenuto e i termini di presentazione delle istanze.

Ebbene il provvedimento è stato pubblicato ieri.

Invio delle istanze entro il 28 dicembre

Le istanze per la richiesta del contributo a fondo perduto perequativo possono essere presentate da ieri 29 novembre e fino al prossimo 28 dicembre. La trasmissione dell’Istanza è effettuata mediante i canali telematici dell’Agenzia delle entrate Entratel/Fisconline ( da ieri) ovvero mediante il servizio web disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia delle entrate (da oggi).

L’invio può essere effettuato direttamente dall’impresa/professionista o da un suo intermediario abilitato di fiducia. Con delega di consultazione del cassetto fiscale. Ovvero al servizio “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici” del portale “Fatture e Corrispettivi. La delega può essere assegnata anche per la sola presentazione delle istanze. L’erogazione del contributo di cui al punto precedente è effettuata mediante accredito sul conto corrente identificato dall’IBAN indicato nell’Istanza.

Ad ogni modo, l’importo del contributo riconosciuto non può superare 150.000 euro.

Argomenti: , ,