Contributo fondo perduto non spettante: entro quando il fisco lo recupera?

L’Agenzia delle Entrate può recuperare il contributo a fondo perduto non spettante e potrà farlo entro un certo periodo di tempo

di , pubblicato il
controlli fondi perduto

La finestra temporale per la richiesta del nuovo contributo a fondo perduto di cui al decreto Sostegni si chiuderà (salvo proroghe) il 28 maggio 2021 (si è aperta lo scorso 30 marzo 2021). La domanda può essere fatta direttamente dal richiedente oppure anche tramite intermediario appositamente incaricato.

L’Agenzia delle Entrate, sulle domande e sui contributi erogati eseguirà i dovuti controlli, e se da questi emergerà che in beneficio “percepito” dal richiedente non spettava a questi in tutto o in parte, procederà al recupero con applicazione di sanzione ed interessi (vedi Contributo fondo perduto decreto Sostegni: sanzioni e restituzione)

I controlli dell’Agenzia delle Entrate sul contributo a fondo perduto

In merito ai controlli che l’Agenzia delle Entrate mette in campo per il contributo a fondo perduto del decreto Sostegni, si tratta degli stessi previsti per il contributo a fondo perduto di cui al decreto Rilancio (decreto-legge n. 34 del 2020). Dunque, l’Amministrazione finanziaria:

  • procederà al controllo dei dati dichiarati nelle istanze pervenute applicando le disposizioni in materia di accertamento sulle dichiarazioni fiscali
  • effettuerà ulteriori controlli anche in relazione ai dati fiscali:
    • delle fatture elettroniche e dei corrispettivi telematici
    • comunicazioni di liquidazione periodica Iva (LIPE)
    • dichiarazioni Iva e Redditi.

Inoltre, saranno effettuati specifici controlli per la prevenzione dei tentativi di infiltrazioni criminali e la stessa Agenzia delle Entrate trasmetterà alla Guardia di Finanza i dati e le informazioni contenute nelle domande presentate e relative ai contributi medesimi.

Contributo a fondo perduto decreto Sostegni non spettante: i tempi di recupero per l’Agenzia delle Entrate

Fatti i dovuti controlli, come anticipato, se dovesse emergere che il contributo non spettava in tutto o in parte, l’Agenzia delle Entrate provvederà al recupero (se nel frattempo il beneficiario non abbia già provveduto alla restituzione spontanea).

In merito ai tempi, l’Agenzia delle Entrate potrà effettuare il recupero entro l’8° anno successivo a quello di erogazione. Quindi:

  • per il contributo a fondo perduto del decreto Sostegni, il recupero potrà avvenire entro il 31 dicembre 2029
  • per il contributo a fondo perduto del decreto Rilancio, il recupero potrà avvenire entro il 31 dicembre 2028.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,