Fisco, in arrivo una valanga di accertamenti

8,5 milioni di Cartelle in arrivo, a dichiararlo è stato lo stesso Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini.

di , pubblicato il
8,5 milioni di Cartelle in arrivo, a dichiararlo è stato lo stesso Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini.

Doccia fredda per i contribuenti italiani, in arrivo una valanga di accertamenti.

Dopo la sospensiva dell’Agenzia delle Entrate in questo periodo di emergenza sanitaria del coronavirus, il Direttore Ernesto Maria Ruggini, comunica che dal primo giugno i lavori ripartiranno a pieno regime.

L’agenzia delle Entrate, ricordiamolo, ha interrotto i lavori di accertamento e riscossione già dallo scorso 11 marzo 2020 a seguito dell’emanazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Secondo quanto afferma Ruffini, l’Agenzia non ha bisogno dei 2 anni di proroga (da 5 a 7 anni) dei termini per l’accertamento e riscossione.

 

Ruffini: pronti 8,5 milioni di Cartelle

Una riapertura dei lavori un po’ a sorpresa, visto il periodo di emergenza e i due anni di estensione della prescrizione voluti dal governo per l’accertamento e la riscossione.

Per Ruffini, però, i lavori ripartiranno da subito a pieno regime.

Nella giornata di ieri, Ruffini è intervenuto all’audizione in Commissione Finanze ed Attività produttive della Camera dei Deputati, dichiarando, sostanzialmente, quanto appena detto.

Secondo le stime dell’Agenzia delle Entrate, nel secondo semestre del 2020 saranno fatte recapitare ben 8,5 milioni di cartelle fiscali, di queste 3,7 milioni sono quelle già sospese per via dell’emergenza coronavirus.

Insomma, notizia amara per molti dei contribuenti italiani, soprattutto per le imprese, le quali, in questi giorni, sono alle prese con dei cali di fatturato senza precedenti e che, si spera, da maggio dovranno fare i conti con una ripartenza difficile.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: , ,