Finanziamento a fondo perduto PMI: i dettagli del bando

Pubblicato il primo bando per il finanziamento a fondo perduto per aziende che si doteranno della figura di temporary import manager.

di , pubblicato il
Pubblicato il primo bando per il finanziamento a fondo perduto per aziende che si doteranno della figura di temporary import manager.

Il voucher internazionalizzazione PMI è un finanziamento a fondo perduto per le aziende che decideranno di dotarsi della figura del temporary export manager.   Il Decreto Ministeriale che regola tale finanziamento è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 19 giugno e in esso vengono specificate le condizioni in presenza delle quali il contributo viene erogato.

 

Finanziamento a fondo perduto

Per ottenere il finanziamento unico pari a 10mila euro è necessario un co-finanziamento da parte dell’impresa di almeno 3mila euro per l’inserimento nell’azienda della figura di un temporary export manager della durata di almeno 6 mesi.  

Requisiti delle aziende

Il voucher internazionalizzazione viene concesso a:

  • imprese piccolo e medie che negli ultimi 3 anni abbiano fatturato oltre 500mila euro
  • per le start up il requisito non è richiesto
  • sono ammesse alla richiesta anche le reti di imprese
  • le imprese non devono aver beneficiato di aiuti e contributi pubblici de minimi
  • le aziende devono essere iscritte alla Camera di Commercio
  • le aziende non deve essere in stato di liquidazione
  • le aziende non devono essere sottoposte a procedure concorsuali
  • le imprese devono aver partecipato al “Roadshow per l’internazionalizzazione”
  • le aziende devono possedere potenzialità di internazionalizzazione.

 

Domande

Le domande andranno presentate solo telematicamente (via PEC e con firma digitale) nei termini fisati dal MISE. Questo per quanto riguarda il primo bando. Le imprese che hanno ottenuto il primo voucher potranno, in seguito, partecipare anche al secondo bando che prevede un finanziamento a fondo perduto di 8mila euro a

Argomenti: