Figlia a carico: anche il lavoratore può essere indicato nel 730

Il raggiungimento della maggiore età e lo stato di occupazione non escludono l'indicazione del figlio nel prospetto dei familiari a carico del 730

di , pubblicato il
Il raggiungimento della maggiore età e lo stato di occupazione non escludono l'indicazione del figlio nel prospetto dei familiari a carico del 730

I figli possono essere considerati a carico, anche se maggiorenni e lavoratori. A tal fine, devono essere rispettati precisi limiti reddituali. Limiti reddituali che sono meno stringenti per i figli fino a 24 anni.

I familiari a carico nel 730/2021

Nel 730/2021 deve essere compilato il prospetto dei familiari a carico. Prospetto nel quale si mette nero su bianco la spettanza delle detrazioni per carichi di famiglia, ex art.12 del TUIR. Possono essere considerati fiscalmente a carico: i membri della famiglia che nel 2020 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Nello specifico, nel limite di reddito di 2.840,51 euro che il familiare deve possedere per essere considerato fiscalmente a carico, vanno considerate anche le seguenti somme:

  • il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni;
  • le retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi Internazionali, Rappresentanze diplomatiche e consolari, Missioni, Santa Sede, Enti gestiti direttamente da essa ed Enti Centrali della Chiesa Cattolica;
  • la quota esente dei redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello Stato;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (art. 27, commi 1 e 2, del D.L. 6 luglio 2011, n. 98);
  • esercenti attività d’impresa, arti o professioni (art. 1, commi da 54 a 89, legge 23 dicembre 2014, n. 190).

Attenzione, ai fini della verifica delle suddette soglie non devono essere considerati: i redditi esenti, quelli soggetti a tassazione separata nonchè quelli soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta.

Si pensi ai compensi percepiti dagli sportivi dilettanti fino a 30.658,28.

Le detrazioni per i figli a carico fino a 24 anni

I limiti reddituali per essere considerati a carico, sono più alti per i figli fino a 24 anni. Infatti, possono essere considerati a carico, i figli di età non superiore a 24 anni che nel 2020 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 4.000 euro, al lordo degli oneri deducibili. Il requisito anagrafico dei 24 anni è rispettato per l’intero anno in cui il figlio raggiunge il limite d’età. Indipendentemente dal giorno e dal mese in cui ciò accade.

Dunque, il raggiungimento della maggiore età e lo stato di occupazione non escludono l’indicazione del figlio nel prospetto dei familiari a carico del 730.

Le detrazioni per figli a carico sono pari a:  1.220,00 euro per ciascun figlio di età inferiore a tre anni; 1.350,00 euro per ciascun figlio con disabilità di età superiore a tre anni; 1.620,00 euro per ciascun figlio con disabilità di età inferiore a tre anni, ecc.

Argomenti: ,