Fatture elettroniche tra privati: slitta la scadenza per l’adesione

Prorogata la data entro la quale sarà possibile aderire alla consultazione delle fatture elettroniche tra privati. Vediamo di cosa si tratta.

di , pubblicato il
fatturazione elettronica

L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione, attraverso il proprio portale, un nuovo servizio che consentirà ai cittadini di poter consultare tutte le fatture elettroniche a loro intestate.

La fattura elettronica tra privati

Anche i privati cittadini, non titolari di partita Iva, potranno consultare le proprie fatture e ricevute inviate loro elettronicamente.

La nuova data entro la quale sarà possibile aderire al servizio è quella del 20 dicembre 2019riaspetto alla precedente scadenza del 31 ottobre 2019.

Ricordiamo, inoltre che, come specificato dall’Agenzia delle Entrate attraverso comunicato ufficiale: «Il portale è un’area web riservata e, quindi, accessibile ai singoli utenti mediante delle credenziali personali, al fine di garantire la sicurezza e l’inviolabilità dei dati contenuti nelle fatture: è pertanto necessario che l’utente abbia preventivamente acquisito le credenziali SPID (“Sistema Pubblico dell’Identità Digitale”) oppure sia in possesso di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) oppure abbia acquisito le credenziali Fisconline/Entratel rilasciate dall’Agenzia delle entrate».

Leggi anche: «Fatture elettroniche tra privati: novità in arrivo, gratis online».

 

Argomenti: ,