Fattura elettronica per i carburanti, proroga di 6 mesi, partirà il primo gennaio 2019

Fattura elettronica per i carburanti, l'obbligo previsto per il 1 luglio 2018 sarà prorogato di 6 mesi, partirà il primo gennaio 2019, tutte le novità.

di Angelina Tortora, pubblicato il
fatturazione elettronica

Richiesta proroga di 6 mesi per la fattura elettronica per i carburanti, che sarà effettiva nel primo decreto legge del Governo Conte. L’obbligo del primo luglio viene prorogato di 6 mesi e si sposta al 1° gennaio 2019, nel frattempo la scheda carburante potrà essere usata. Comunque nel frattempo sarà possibile per le imprese e i professionisti pagare il rifornimento per le autovetture con e-fattura, in via sperimentale.

Viene istituito un doppio binario, reso necessario per la criticità riscontrata e la mancata dotazione di strumenti tecnologici necessari agli esercenti per adeguarsi alla normativa.

Questa proroga servirà le imprese e Partita Iva, per il prossimo obbligo che non avrà più proroghe al 1° gennaio 2019.

Il Governo viene incontro alle richieste di associazioni di settore, i benzinai, che hanno indetto uno sciopero il 26 giugno. In questo modo si ha più tempo per prepararsi anche se ancora non sono chiari i tempi e le modalità di attuazione della norma.

Fattra elettronica tra privati, obbligo dal 1° gennaio 2019

L’Agenzia delle Entrate è intervenuta sull’obbligo di fattura elettronica tra privati che scatterà ufficialmente il primo gennaio 2019 con un comunicato ufficiale che sintetizza il provvedimento numero 8/E relativo alla fattura elettronica per i carburanti, sia il provvedimento numero 89757/2018 relativo all’e-fattura obbligatoria anche nei rapporti B2B dal prossimo anno.

Per leggere tutte le informazioni, leggere: Fattura elettronica obbligatoria ma facile con il software gratuito delle Entrate: mini spesometro mensile per partita IVA?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Fisco, Fattura elettronica