Fattura elettronica: adesione al servizio di consultazione prorogato al 2021

Passa al 28 febbraio 2021 il termine per l’adesione al servizio Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici

di , pubblicato il
Passa al 28 febbraio 2021 il termine per l’adesione al servizio Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici

Slitta ancora una volta il termine a decorrere dal quale entrano cui aderire al servizio di consultazione per le fatture elettroniche. Si passa al 28 febbraio 2021.

Si tratta di un rinvio dovuto alla circostanza che sono ancora in corso le attività di implementazione tecnica e amministrativa per attuare alcune disposizioni normative, come da intese con il Garante per la protezione dei dati personali.

Specifiche tecniche per la fattura elettronica: periodo transitorio fino a 31 dicembre 2020

La decisione è stata adottata con il nuovo Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate Prot. n. 311557/2020 del 24 settembre 2020, il quale ridefinisce anche il periodo transitorio fissandolo fino alla stessa data del 28 febbraio 2021. Il periodo transitorio, dunque, non è più “dal 1° luglio 2019 al 30 settembre 2020)” ma diventa “dal 1° luglio 2019 al 28 febbraio 2021”.

Il provvedimento di ieri, inoltre, nell’ottica di efficientamento del processo di fatturazione elettronica e recependo le istanze degli operatori e delle associazioni di categoria, ha stabilito una nuova funzionalità per i soggetti che utilizzano un canale “web service” per lo scambio dati con il Sistema di Interscambio (SdI).

Tale nuova funzionalità è in grado di produrre un report di quadratura delle fatture elettroniche e delle notifiche scambiate tra quest’ultimo e il soggetto (sia ricevente che trasmittente). È altresì implementato, con questa funzionalità, un servizio per il reinoltro dei predetti documenti fiscali che non sono stati recapitati al contribuente. Ciò permetterà, con riferimento, a file fatture che si trovano nello stato di “Impossibilità di recapito”, al buon esito dell’operazione di reinoltro, l’impostazione automatica della data di consegna con la data di ritrasmissione, rilevante quindi ai fini fiscali.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,