Farmaci per animali: costi troppo alti, una petizione contro i prezzi folli

La Lega nazionale per la difesa del cane, denuncia l'elevato costo dei farmaci per gli animali, costi folli e ingiustificati. Invita tutti a firmare la petizione, ecco dove e quando.

di , pubblicato il
La Lega nazionale per la difesa del cane, denuncia l'elevato costo dei farmaci per gli animali, costi folli e ingiustificati.  Invita tutti a firmare la petizione, ecco dove e quando.

I farmaci per gli animali, hanno costi folli e ingiustificati. Una vera ingiustizia, a denunciarlo la Lega nazionale per la difesa del cane (Lndc), che rilancia la petizione per chiedere al Presidente del Consiglio e al Ministro della Salute la possibilità di prescrivere i farmaci generici a costo contenuto anche per uso veterinario.

La Lega nazionale per la difesa del cane, dichiara: “Perché pagare a prezzi inaccessibili i farmaci veterinari anche quando contengono la stessa composizione di quelli per uso umano? Questo “scherzo” costa ai cittadini fino a 10 volte tanto”.

Inoltre aggiunge che “Non è vero allora che tutti i cittadini sono uguali, perché ai proprietari di animali è fatta pagare una tassa occulta, che genera disparità economica nell’accesso alle cure, per ragioni che sfuggono alla Lega nazionale per la difesa del cane”.

Farmaci per gli animali: dove firmare la petizione

Nelle giornate del 10 e 11 dicembre, in occasione della Giornata internazionale dei diritti degli animali, Lndc invita a firmate la petizione che su Change.org.
Con la legge attuale i farmaci per uso umano non possono essere prescritti ad uso veterinario.
I promotori della petizione spiegano che “Le differenze di prezzo sono ingiustificate e incomprensibili e portano moltissimi proprietari di animali da compagnia a non potersi occupare adeguatamente della salute e del benessere del proprio amico a quattro zampe. Il diritto alle cure deve essere uguale per tutti! Inoltre, i farmaci “generici” ad uso veterinario quando esistono, invece di costare molto meno hanno un prezzo pressoché identico al farmaco veterinario di prima registrazione e questo è del tutto inaccettabile”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,