Fare l’orto in pensione: posso chiedere il bonus verde?

“Se sono pensionato e mi diletto a fare l’orto, posso chiedere il bonus verde?”. Ecco un quesito pervenuto da un lettore alla redazione di Investire Oggi.

di , pubblicato il
“Se sono pensionato e mi diletto a fare l’orto, posso chiedere il bonus verde?”. Ecco un quesito pervenuto da un lettore alla redazione di Investire Oggi.

“Se sono pensionato e mi diletto a fare l’orto, posso chiedere il bonus verde?”,

ecco un quesito pervenuto da un lettore alla redazione di Investire Oggi.

Tramite il “bonus verde” o bonus giardino è possibile avere diritto alla restituzione del 36% delle spese sostenute per riqualificare il verde. Inoltre, il bonus verde è confermato fino al 31 dicembre 2021.

Fare l’orto in pensione: posso usufruire del Bonus Verde?

Anche i pensionati che eseguono interventi di “sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi; realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili” possono usufruire del Bonus Verde 2021.

Si tratta di una serie di agevolazioni fiscali che consentono di ottenere benefici su interventi specifici e mirati a ottenere una maggiore presenza di verde in edifici e giardini.

Bonus Verde 2021: cos’è?

Il Bonus Verde è una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute nel 2021 per i seguenti interventi:

  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili,
  • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi.

Il bonus verde si riferisce all’immobile sul quale vengono effettuati i lavori. Una persona fisica può sommare le detrazioni su spese sostenute su più immobili, se di sua proprietà.

Il bonus verde si applica nella dichiarazione dei redditi, con 10 quote annuali di pari importo.

Il limite massimo di spesa considerabile è di € 5.000 per ciascuna unità immobiliare. Calcolando la detrazione al 36%, ciò significa che il beneficio massimo che si può ottenere è di € 1.800 per unità immobiliare.

Bonus Verde 2021: cosa si può detrarre?

Cosa si può detrarre con il bonus verde? Gli interventi principali sono quelli che vanno ad aggiungere del verde in edifici residenziali o sono legati al miglioramento dell’ecosostenibilità degli immobili.

Tra gli interventi che rientrano nel Bonus Verde ricordiamo:

  • Realizzazione di giardini pensili;
  • Realizzazione di impianti di irrigazione;
  • Realizzazione di coperture a verde;
  • Realizzazione di pozzi;
  • Grandi potature;
  • Spese di progettazione per lavori che verranno effettuati successivamente;
  • Riqualificazione di prati;
  • Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici già esistenti, unità immobiliari, recinzioni o pertinenze;

Se sono pensionato posso richiedere il Bonus Verde?

Ebbene sì, per ottenere la detrazione Irpef del 36% prevista dal Bonus Verde 2021 è necessario produrre un’autocertificazione che indichi il totale delle spese sostenute.

Inoltre, gli interventi effettuati devono essere certificati dalla ditta coinvolta, che deve rilasciare regolare fattura o una ricevuta fiscale.

Argomenti: ,