Far pagare meno tasse ai giovani: spunta la proposta di maturità fiscale

Meno tasse ai giovani: ecco due proposte per alleggerire il carico fiscale

di , pubblicato il
Meno tasse ai giovani: ecco due proposte per alleggerire il carico fiscale

Due studiosi della Luiss hanno proposto una strategia fiscale basata sull’età del contribuente: far pagare meno tasse ai giovani ridistribuendo il gettito con un aggravio maggiore sulle generazioni più mature. Il rapporto di Fabio Marchetti, docente di diritto tributario, e Luciano Monti, che insegna Politiche dell’Unione europea, potrebbe rappresentare la base o lo spunto delle ultime dichiarazioni di Tommaso Nannicini, attuale consigliere di Matteo Renzi.

Siamo abituati al calcolo delle tasse sulla base del reddito: il meccanismo sarebbe lo stesso ma terrebbe conto anche dell’età. A parità di entrate i giovani pagherebbero meno. Per evitare rincari sullo Stato i due docenti hanno proposto di far pagare più tasse agli anziani, conseguenza che invece non è presente nel piano, o almeno nelle parole, di Nannicini. Quest’ultimo infatti punterebbe a recuperare il gap fiscale aumentando la tassazione dell’economia digitale e combattendo l’evasione IVA.

Sconto tasse giovani: fino a quando?

Va detto inoltre che, nel piano dei due docenti, lo sconto sulle tasse per i giovani dovrebbe durare solo qualche anno onde evitare il rischio di essere dichiarato incostituzionale. In quest’ottica si tratterebbe invece di una sorta di contributo di solidarietà a carico dei pensionati.

Leggi anche:

Busta paga under 35 anni: la tassa occulta a carico dei giovani

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,