Falso in bilancio: pene inasprite daun emendamento al dll Corruzione

Inasprite le pene per il reato di falso in bilancio grazie ad un emendamento del governo al ddl Corruzione.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Inasprite le pene per il reato di falso in bilancio grazie ad un emendamento del governo al ddl Corruzione.

Con un emendamento del Governo al ddl Corruzione sono state inasprite le pena, sia massima che minima, per il reato di falso in bilancio. Le pene saranno portate a reclusione da 3 a 8 anni per società quotate in borsa e da 1 a 5 ani negli altri casi. Ad essere inasprite non soltanto le pene ma anche le sanzioni : – da un minimo di 400 a un massimo di 600 quote (mentre fino ad ora si partiva da un minimo di 150 a un massimo di 330) per manomissioni di comunicazioni sociali di imprese di listino – Da 200 a 400 quote per le società non quotate in borsa (mentre fino ad ora si partiva da un minimo di 100 a un massimo di 150). Ma non finisce qui. Con l’emendamento è prevista anche la reclusione da 6 mesi a 3 anni per reati di lieve entità che saranno valutati tenendo conto anche delle dimensioni della società e della sua natura.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.