Evasione fiscale: gli indizi di finte separazioni e intestazione fittizia dei beni

Guerra aperta all’evasione fiscale: immobili intestati in modo fittizio e finte separazioni per aggirare il Fisco non frenano il sequestro preventivo

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Guerra aperta all’evasione fiscale: immobili intestati in modo fittizio e finte separazioni per aggirare il Fisco non frenano il sequestro preventivo

Finte separazioni e intestazioni fittizie di beni suonano come indizi di evasione fiscale e quindi non possono essere opposti per bloccare il sequestro preventivo. In questo senso si sono espressi i giudici della Cassazione con sentenza n. 36530 del 10 settembre 2015. Nel caso di specie il soggetto, indagato per reati tributari, aveva intestato alla “ex” moglie il bene finito sotto sequestro.

Separati per finta: i debiti con Equitalia si pagano

La Suprema Corte però ha stabilito che, qualora gli indizi siano sufficienti a far ritenere la separazione o l’intestazione fittizie, allora il bene può essere oggetto di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca per equivalente, anche se si trova formalmente nella disponibilità di una terza persona. Nel caso di specie, sebbene i due coniugi fossero per la legge separati, alcuni elementi hanno fatto intendere che l’unione matrimoniale fosse ancora in essere: residenza di entrambi sotto il tetto coniugale, pagamento degli immobili sequestrati attraverso fondi riconducibili all’Indagato, ritrovamento di una scrittura privata con la quale la donna autorizzava il marito all’addebito su un proprio conto corrente degli estratti conto di una carta di credito a lui intestata etc.   Con la sentenza in analisi la Corte suprema ha confermato l’ordinanza di sequestro in linea con la giurisprudenza che ritiene gli elementi sostanziali prevalenti rispetto a quelle formali. Questo non significa che la dissociazione tra intestazione formale e disponibilità di fatto si possa presumere sempre: l’onere della prova, sebbene si tratti di indizi che portano alla probabilità e non anche alla certezza delle conclusioni, spetta alla pubblica accusa. Il caso in analisi ovviamente fa scuola per altre situazioni simili: la lotta all’evasione fiscale passa anche per le finte separazioni e intestazioni portate avanti per non saldare i debiti Equitalia.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ricorsi e Contenziosi, Tasse e Tributi

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.