Evasione fiscale: controlli su fruitori auto grossa cilindrata e yacht

L'agenzia delle entrate punta a stanare chi ha un alto tenore di vita con reddito basso

di Alessandra M., redazione Investireoggi.it, pubblicato il
L'agenzia delle entrate punta a stanare chi ha un alto tenore di vita con reddito basso

Evasione fiscale: iniziano i controlli per stanare gli evasori con alto tenore di vita – L’amministrazione finanziaria punta a controlli a tappeto sui contratti di leasing e sui contratti di affitto, come si evince dalla lettura del comunicato stampa diffuso dall’agenzia delle entrate in data 26 settembre. Infatti già l’amministrazione finanziaria aveva predisposto un piano inerente le diverse società di noleggio e leasing per l’invio, entro la fine dell’anno, di tutti i dati relativi ai contratti di locazione finanziaria ed operativa che sono vigenti nel biennio 2009 e 2010.

Controlli agenzia entrate

I poteri dell’amministrazione finanziaria – Inoltre l’obbligo di effettuare la comunicazione è esteso anche alle società che svolgono mera attività di noleggio o locazione, sia di beni mobili che di beni immobili. Infatti al riguardo il dpr 605 del 1973 fornisce la possibilità all’amministrazione finanziaria di richiedere alle società dati e notizie al fine di eseguire i previsti controlli in materia fiscale. Inoltre tale facoltà è stata potenziata visto che l’agenzia delle entrate ha bisogno di numerosi dati per poter avviare i controlli previsti attraverso lo strumento del redditometro ( e pertanto occorre comunicare gli acquisti che hanno una certa rilevanza, come ad esempio acquisto di imbarcazioni, aeromobili, ecc.).

I soggetti obbligati all’invio – Ai fini del controllo previsto pertanto l’adempimento della comunicazione dei contratti di leasing, ma anche di noleggio finanziario ed operativo, riguarda gli operatori commerciali che svolgono attività di locazione e noleggio ma anche le società che hanno come scopo principale la concessione di beni mobili o immobili in leasing. Da una prima lettura del comunicato l’adempimento dovrebbe riguardare solo le società di capitali, mentre rimarrebbero esenti gli altri tipi di enti ( società di persone ma anche enti diversi).ù

Comunicazione telematica società leasing – Pertanto entro il 31 dicembre le società di leasing, quelle che noleggiano mezzi ( autovetture ed altro), le società di gestione immobiliare dovrebbero inviare gli elenchi che sono alternativi a quelli previsti per lo spesometro. Sono oggetto di comunicazione tutti i contratti, sia con persone fisiche che con persone giuridiche, che hanno per oggetto una delle sei categorie previste ( autovetture, imbarcazioni da diporto, aeromobili, immobili, autoveicoli, beni strumentali diversi ed altri beni). Nell’elenco occorre inserire il canone pagato ogni anno oltre che le rate da versare, e nel caso vi siano fideiussioni occorre indicare anche il nome del garante o le garanzie personali prestate. La comunicazione va inviata tramite entratel o fisconline, quindi solo in modalità telematica magari appoggiandosi ad un professionista abilitato, con cadenza annuale ed entro il 30 giugno di ogni anno. Quindi una proroga per la comunicazione dei contratti relativi al 2011 che dovranno essere comunicati all’amministrazione finanziaria entro il 30 giugno 2012.

Tenore di vita reddito

Il termine per l’invio della comunicazione per il 2011 – Per i contratti in essere al 2009 ed al 2010, in via transitoria gli elenchi dovranno essere inviati entro la fine di quest’anno. La misura viene effettuata per dare un’ accelerata in tema di spesometro e controlli sul tenore di vita contrastante con i redditi dichiarati.

Per approfondire il discorso sull’evasione fiscale in Italia:

Evasione fiscale segnalazioni: boom di denunce al 117

Lotta evasione fiscale: le novità della manovra finanziaria di luglio e di agosto 2011


Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Evasione fiscale

I commenti sono chiusi.