Evasione fiscale: Befera, è guerra a chi spreca denaro pubblico

Per il numero uno delle Entrate pagare le tasse è un dovere democratico e i veri evasori fiscali sono coloro che sprecano denaro pubblico. Un avvertimento?

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Per il numero uno delle Entrate pagare le tasse è un dovere democratico e i veri evasori fiscali sono coloro che sprecano denaro pubblico. Un avvertimento?

La lotta all’evasione fiscale passa dalla guerra a chi spreca denaro pubblico. Ad affermarlo il numero uno dell’Agenzia delle entrate, Attilio Befera, intervenuto nel corso di un convegno  alla Summer School della fondazione Magna Carta, facendo il punto sui risultati raggiunti nel corso del 2012, rivelando che nel 2013 saranno in linea con quelli conseguiti nello scorso anno e attestati a 12,5 miliardi.

Evasione fiscale: il nemico è chi spreca denaro pubblico

“Gli evasori fiscali, pure se ci contrastano, non sono il vero nemico perché danno senso al nostro lavoro. Gli avversari sono quelli che sprecano il denaro pubblico” – ha detto Befera puntando il dito contro la PA e chi al suo interno sperpera i soldi dei cittadini. “Non pagare le tasse limita l’equità del sistema” ha spiegato Befera, rivelando come nella nostra società qualche piccolo segno di novità ci sia stato, in tema di lotta all’evasione fiscale.

Maggiore richiesta di scontrini e fatture

“Prima ci si vergognava a chiedere lo scontrino, oggi gli scontrini vengono chiesti più spontaneamente. Ci sono progressi importanti di cambiamento in questo senso. Pagare le imposte è un dovere democratico, oggi tutti devono contribuire alla spesa pubblica, e il Fisco è anche un momento di redistribuzione che in momenti di crisi è essenziale”. Un segnale molto positivo questo, anche se in tema di scontrini e fatturi, la proposta più volte lanciata di renderli detraibili per i contribuenti, anche e soprattutto ai fini di una maggiore lotta all’evasione fiscale, non sia mai stata realizzata.

[fumettoforumright]

Pagare le tasse? Un dovere democratico

La lotta all’evasione fiscale, secondo il numero uno delle entrate, passa dall’obbligo a cui tutti siamo chiamati di pagare le imposte, “un dovere democratico perché tutti devono contribuire alla spesa pubblica”, come dice Befera. Non pagare le imposte limita la capacità di redistribuire, quindi limita l’equità del sistema.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Evasione fiscale