Evasione canone RAI, ecco perché i politici non pagano: Striscia la Notizia smaschera il Parlamento

C’è un elevato tasso di evasione canone RAI speciale che proviene dai partiti e movimenti politici. A denunciarlo è Striscia la Notizia

di , pubblicato il
Canone RAI in bolletta, chi non paga rischia 600 euro di multa

Mentre l’amministratore del gruppo RAI, Carlo Fuortes, chiede l’estensione del canone RAI anche per smartphone ed altri dispositivi multimediali denunciando un calo di entrate causato proprio dal una tassa definita, dallo stesso Fuortes, come “incongrua” rispetto agli impegni della televisione pubblica italiana e rispetta agli altri paese europei, Striscia la Notizia, continua con i servizi denuncia di evasione canone RAI.

Dopo le grandi aziende è il turno dei partirti politici, anch’essi tra i soggetti obbligati al versamento del c.d. canone RAI speciale.

Il canone RAI speciale: chi lo paga

Il canone RAI speciale si distingue da quello ordinario. Mentre quest’ultimo è quello dovuto per il possesso del televisore in ambito privato (quindi nelle proprie case) ed è riscosso dallo Stato con addebito diretto nella bolletta della luce (in quote bimestrali da 18 euro ciascuno per complessivi 90 euro annui), il canone RAI speciale è quello dovuto per la tv posseduta in locali aperti al pubblico.

In particolare, il canone RAI speciale è dovuto da coloro che detengono uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o comunque fuori dell’ambito familiare, o che li impiegano a scopo di lucro diretto o indiretto.

Quindi, lo pagano bar, ristoranti, alberghi, ecc. L’importo varia in base all’attività esercitata ed è versato mediante bollettino inviato dalla RAI stessa.

Evasione canone RAI partiti politici: la denuncia di Striscia la Notizia

Tra i soggetti obbligati a versare il canone RAI speciale rientrano anche circoli, associazioni, sedi di partiti politici, istituti religiosi, studi professionali, botteghe, negozi e assimilati, mense aziendali.

Per le citate categoria, la tassa è pari, oggi, a 203,73 euro annui.

In un recente servizio di Striscia la Notizia, in onda su canale 5, all’interno della rubrica “Rai scoglio 24”, il presidente nazionale del Movimento Consumatori, Bruno Maizzi, ha denunciato la mancanza di traccia di pagamenti del canone RAI speciale da parte dei partiti politici e movimenti. C’è qualche sede di partito nei piccoli paesini che forse paga ma il tasso di evasione canone RAI al riguardo resta, comunque, elevato.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,