Età per la pensione 2022, Quota 102 tampona solo per un anno: scalone nel 2023 e nuovo aumento choc dal 2025

Età per la pensione 2022, Quota 102 tampona solo per un anno: scalone nel 2023 e nuovo aumento choc dal 2025. Cosa sta succedendo e, soprattutto, cosa succederà e cosa dobbiamo aspettarci.

di , pubblicato il
Età per la pensione 2022, Quota 102 tampona solo per un anno: scalone nel 2023 e nuovo aumento choc dal 2025

A 64 anni di età per la pensione anticipata nel 2022 con la Quota 102. E con 38 anni di contributi previdenziali obbligatori versati. Ma la misura, per il post Quota 100, in realtà tampona solo per un anno. In quanto la Quota 102 sarà valida solo per 12 mesi. Dopodiché c’è prima il rischio dello scalone nel 2023.

Proprio per l’età pensionabile con l’anticipata. E poi pure l’incubo di un nuovo aumento choc del requisito anagrafico a partire dall’anno 2025. Per effetto dell’aumento della speranza di vita. Quindi su età per la pensione dopo il 2022.

In altre parole, su età per la pensione nel 2022, la Quota 102 rischia di essere, in tutto e per tutto, una misura transitoria. Che poi in realtà porterà dritti a regime, nel giro di 3-4 anni, al pieno ripristino dei requisiti di pensionamento anticipato con la legge Fornero. Così come è riportato in questo articolo.

Età per la pensione nel 2022, Quota 102 tampona solo per un anno: scalone nel 2023 e nuovo aumento choc dal 2025

Su età per la pensione nel 2022, invece, non ci saranno sorprese sgradite per quel che riguarda l’accesso alla prestazione INPS di vecchiaia. Il requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia, infatti, resta invariato a 67 anni. E resterà tale fino al 2024.

Per il biennio 2025-2026, in ragione dell’aumento della speranza di vita come sopra accennato, per l’accesso alla pensione INPS di vecchiaia serviranno invece 67 anni e due mesi.

Per il prossimo anno, inoltre, età giusta per la pensione 2022 è posizionata pure a 63 anni. E non a 64 per l’accesso alla Quota 102. E questo se, nello specifico, si rientra nei criteri di accesso per l’Ape Sociale.

Resta confermata anche per il prossimo anno la corsia preferenziale per le donne

Su età per la pensione 2022, infine, resta confermata pure la corsia preferenziale per le lavoratrici che vogliono accedere alla pensione anticipata con Opzione Donna. E con un requisito anagrafico che è più basso rispetto alla Quota 102. Ovverosia, con 35 anni di contributi previdenziali obbligatori versati, 59 anni per le lavoratrici autonome. E 58 anni di età per le lavoratrici dipendenti. Proprio su età per la pensione anticipata nel 2022. Un anno chiave per chi vuole ritirarsi dal lavoro sfruttando tutti gli scivoli a disposizione. Visto che, come sopra descritto, dal 2023 lo scenario potrebbe essere decisamente più sfavorevole per le lavoratrici e per i lavoratori.

Argomenti: , , , , , , , , , , , , , , , , ,