Esodati: il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta

Decreto esodati pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Entro 120 giorni gli interessati possono presentare l'stanza di accesso alla pensione con i vecchi requisiti

di , pubblicato il
Decreto esodati pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Entro 120 giorni gli interessati possono presentare l'stanza di accesso alla pensione con i vecchi requisiti
Esodati. In Gazzetta ufficiale il decreto di salvaguardia

Conto alla rovescia per gli esodati. Il decreto che tutela l’accesso alla pensione per i primi 65 mila lavoratori esodati, dopo la registrazione alla Corte dei Conti e dopo l’annuncio dell’avvio del piano di verifica da parte dell’Inps, è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale.Finalmente 65mila esodati possono tirare un sospiro di sollievo. È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto interministeriale che tutela i 65.000 lavoratori esodati.

Decreto esodati

 Il decreto in questione si compone di  articoli e riguarda 65mila lavoratori, divisi come segue: 25.590 lavoratori in mobilità, 3.460 in mobilità lunga, 17.710 fondi di solidarietà, 10.250 prosecutori volontari con decorrenza entro il 2013, 950 lavoratori esonerati, 150 genitori di disabili, 6.890 lavoratori cessati ai sensi dell’art. 6, comma 2-ter, del decreto-legge n. 216 del 2011, convertito, con modificazioni della legge n. 14 del 2012.

 Pensione esodati: l’Inps si mobilita

Proprio qualche giorno fa, l’Inps aveva battuto sul tempo la pubblicazione in Gazzetta del decreto esodati comunicando con un messaggio, Inps. Messaggio sugli esodati, di procedere all’invio ai soggetti interessati delle lettere con cui si informano del diritto ad accedere alla pensione con i vecchi requisiti (si veda nostro articolo Esodati: in arrivo le lettere dell ’ Inps). Con tali lettere l’Inps invita i diretti interessati ad attivarsi presso uno sportello Inps, o presso un Patronato, per verificare la posizione contributiva in vista del pensionamento. I soggetti interessati riceveranno a casa questa lettera dell’Istituto nazionale di previdenza sociale, con cui viene ad essere accertato il diritto al trattamento pensionistico secondo i  requisiti in vigore prima della riforma lacrime e sangue delle pensioni voluto a dicembre dello scorso anno dal ministro Fornero e dal Presidente del Consiglio Mario Monti.

 Esodati: l’istanza di accesso alla pensione

Nel decreto esodati si individua all’articolo 4 la procedura da seguire per chi debba presentare l’istanza di accesso alla salvaguardia. In particolare i lavoratori esonerati dal servizio alla data del 4 dicembre 2011, nonché i lavoratori in congedo per assistere i figli affetti da disabilità grave, con perfezionamento entro 24 mesi dalla data di inizio del predetto congedo, del requisito contributivo per accedere alla pensione, indipendentemente dall’età anagrafica, devono presentare l’istanza di accesso ai benefici alle Direzioni Territoriali del Lavoro, competenti in base alla residenza degli stessi.

Pensione esodati: a chi presentare l’istanza? 

Per i lavoratori che hanno risolto il rapporto di lavoro entro il 31 dicembre 2011, in ragione di accordi individuali sottoscritti senza successiva rioccupazione in qualsiasi altra attività lavorativa, nonché i lavoratori che hanno risolto il contrato di lavoro entro il 31 dicembre dello scorso anno, in applicazione di accordi collettivi di incentivo all’esodo stipulati dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative a livello nazionale, senza successiva rioccupazione in qualsiasi altra attività lavorativa, l’istanza di accesso ai benefici deve essere corredata dall’accordo che ha dato luogo alla cessazione del rapporto di lavoro secondo precise modalità, e deve essere presentata alla Direzione territoriale del lavoro innanzi alla quale gli accordi sono stati sottoscritti, ovvero dinanzi alla Direzione territoriale del lavoro competente in base alla residenza del lavoratore cessato. Nel primo caso se trattati di soggetti cessati in base agli accordi di conciliazione, mentre nel secondo in tutte le altre ipotesi.

 Istanza di accesso entro 120 giorni 

Infine si ricorda che le istanze di accesso alla pensione, devono essere presentate entro 120 giorni dalla data di pubblicazione del decreto esodati, che è avvenuto proprio oggi.

 

Riportiamo di seguito il testo del decreto interministeriali sugli esodati:

 – Decreto esodati

Sullo stesso argomento ti potrebbero interessare:

Decreto esodati: 120 giorni per la salvezza

Argomenti: