Esodati: l’Inps aggiorna l’elenco dei lavoratori salvaguardati

Esodati anche i dipendenti in mobilità ordinaria licenziati prima del 30 aprile 2010. Attesa per il DM di salvaguardia di altri 55mila

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Esodati anche i dipendenti in mobilità ordinaria licenziati prima del 30 aprile 2010. Attesa per il DM di salvaguardia di altri 55mila
Accesso alla pensione con le vecchie regole anche per i dipendenti licenziati il 30 aprile 2010. L’Inps aggiorna l’elenco esodati

Esodati . Sembrerebbe in fase di ampliamento la platea dei soggetti da sottoporre a controllo per individuare i primi 65mila salvaguardati dalla riforma previdenziale varata dal Ministro Fornero.

Esodati:  chi sono

In primo luogo pare opportuno ricordare i soggetti che rientrano tra i salvaguardati, ossia coloro che possono accedere alla pensioni secondo le regole antecedenti la riforma Fornero. In particolare vi rientrano:

a) i lavoratori collocati in mobilità ai sensi degli artt. 4 e 24, L. 223/91, sulla base di accordi sindacali stipulati anteriormente al 4.12.2011 e che maturano i requisiti per il pensionamento entro il periodo di fruizione dell’indennità di mobilità di cui all’art. 7, c. 1 e 2, L. 223/91.

b) i lavoratori collocati in mobilità lunga ai sensi dell’art. 7, c. 6 e 7, L. 223/91, per effetto di accordi collettivi stipulati entro il 4.12.2011;

c) i lavoratori che, alla data del 4.12.2011, sono titolari di prestazione straordinaria a carico dei fondi di solidarietà di settore di cui all’art. 2, c. 28, L. 662/96, nonché i lavoratori per i quali sia stato previsto da accordi collettivi stipulati entro la medesima data il diritto di accesso ai predetti fondi di solidarietà; in tale secondo caso gli interessati restano tuttavia a carico dei fondi medesimi fino al compimento di almeno 60 anni di età, ancorché maturino prima del compimento della predetta età i requisiti per l’accesso al pensionamento previsti prima della data di entrata in vigore del D.L.;

d) i lavoratori che, antecedentemente alla data del 4.12.2011, siano stati autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione;

e) i lavoratori che alla data del 4.12.2011 hanno in corso l’istituto dell’esonero dal servizio di cui all’art. 72, c. 1, D.L. 112/2008, conv. con L. 133/2008; l’istituto dell’esonero si considera comunque in corso qualora il provvedimento di concessione sia stato emanato prima del 4.12.2011.

f) i lavoratori che alla data del 31.10.2011 risultano essere in congedo per assistere figli con disabilità grave ai sensi dell’art. 42, c. 5, D.Lgs. 151/2001, i quali maturino, entro 24 mesi dalla data di inizio del predetto congedo, il requisito contributivo per l’accesso al pensionamento indipendentemente dall’età anagrafica di cui all’art. 1, c. 6, lettera a), L. 243/2004.

g) i lavoratori il cui rapporto di lavoro si sia risolto entro il 31.12.2011, in ragione di accordi individuali sottoscritti anche ai sensi degli artt. 410, 411 e 412-ter del c.p.c.;

h) i lavoratori il cui rapporto di lavoro si sia risolto entro il 31.12.2011, in applicazione di accordi collettivi di incentivo all’esodo stipulati dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative a livello nazionale.

Esodati: elenco in aggiornamento

Sono state inviate alle sedi provinciali Inps, le c.d. liste SICO – SALVAGUARDATI, contenenti i nominativi dei lavoratori oggetto di salvaguardia. Spetterà poi alle sedi aggiornare e validare le posizioni assicurative contenute in tali liste. Lo stesso Istituto Nazionale di Previdenza sociale ha informato che proprio nelle liste SICO – SALVAGUARDATI sono state inserite le posizioni di altri soggetti lavoratori in mobilità ordinaria, con data di licenziamento antecedente al 30 aprile 2010. Le posizioni di tali soggetti devono essere aggiornate e validate da parte delle sedi territoriali entro il 25 settembre prossimo. Ciò sta a significare che l’elenco dei primi potenziali 65 mila esodati è ancora in fase di restyling. Una questione quella degli esodati che sembra senza fine, considerando che il decreto che dovrebbe tutelarne altri 55mila, secondo quanto disposto dalla spending review ancora non c’è.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Salvaguardia esodati

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.