Esenzione Canone Rai: ecco l’autocertificazione per non pagare

Ecco cosa fare per non pagare indebitamente il canone Rai con la nuova proceduta di invio automatico in bolletta.

di , pubblicato il
Ecco cosa fare per non pagare indebitamente il canone Rai con la nuova proceduta di invio automatico in bolletta.

Con i cambiamenti introdotti dalla Legge di Stabilità 2016 sul pagamento del Canone Rai sono nati una serie di dubbi per chi deve versare il balzello.   Secondo la legge di Stabilità, infatti, i contribuenti dovranno dire addio al bollettino per il pagamento del canone per rendee più difficile l’evasione del pagamento.   Chi illegittimamente ha fino ad ora evitato di pagare il canone Rai, dal 2016 troverà più difficile evitare la tassa poichè sarà inserita automaticamente all’interno della bolletta dell’energia elettrica. Il pagamento, in questo modo, in potrà essere accidentalmente dimenticato anche se ci sono una seire di ipotesi, tutte legittime, in cui il pagamento del Canone Rai non è dovuto.   Vediamo quali sono i casi in cui è possibile non pagare il canone e come procedere:

  • se non si possiede un apparecchio televisivo
  • se l’apparecchio televisivo è ceduto, venduto o rottamato
  • se l’apparecchio televisivo è suggellato

  E’ da precisare, inoltre, che il canone Rai è dovuto una sola volta per gli apparecchi detenuti non solo dal contribuente cui è intestata la bolletta dell’energia elettrica, ma da tutto il suo nucleo familiare (famiglia anagrafica). Il canone inoltre va pagato solo sull’abitazione di residenza quindi se il contribuente possiede più abitazioni il canone Rai è dovuto comunque una sola volta.   Potrà accedere, quindi, soprattutto in questo primo anno in cui prende l’avvio il diverso pagamento della tassa, che con l’addebito automatico il canone sia inviato indebitamente. In questo caso bisognerà presentare un’autocertificazione in cui si dichiarano le ragioni per le quali il canone non è dovuto.   In ogni caso bisogna tener presente, in sede di autocertificazione, che dichiarare il falso è illegale e si rischiano, quindi, sanzioni penali.

L’autocertificazione, di cui potete trovare qui un fac simile in PDF Autocertificazione Canone Rai, va spedita tramite raccomanda con riccevuta di ritorno all’Agenzia delle Entrate di Torino, oppure, altrimenti, consegnata in un qualsiasi ufficio territoriale a mano.

Argomenti: