Esenzione canone Rai a tempo per i terremotati

Sospeso il pagamento del canone Rai per chi ha vissuto il terremoto dell'Emilia dello scorso anno inviando apposita dichiarazione sull'inagibilità dell'abitazione

di , pubblicato il
Sospeso il pagamento del canone Rai per chi ha vissuto il terremoto dell'Emilia dello scorso anno inviando apposita dichiarazione sull'inagibilità dell'abitazione

Esenzione canone Rai per i soggetti colpiti dal terremoto del 2012, quindi anche del terremoto Emilia. Lo precisa l’Agenzia delle entrate in una nota dei giorni scorsi con cui ha previsto che per le zone colpite dal sisma di maggio 2012 il canone Tv non è dovuto.

L’esenzione dal canone Rai allarga la platea dei beneficiari per cui oltre agli ultra 75enni possono fruirne i soggetti colpiti dagli eventi sismici dello scorso anno, ma solo se sono rispettate determinate condizioni. Il canone Rai non è dovuto, fino a quando però non si ritorna in possesso del televisore, dai soggetti che hanno avuto ordinanza di sgombero dalla propria abitazione o hanno subito la distruzione della Tv.

La dichiarazione del contribuente terremotato

In ogni caso l’esenzione o meglio la sospensione dal pagamento del canone Rai è possibile previa presentazione di un’apposita dichiarazione da parte del contribuente interessato, con la quale attestare l’inagibilità dell’abitazione o la distruzione della televisione e di non detenerne altri presso una diversa dimora propria o dei componenti del nucleo familiare. Questa dichiarazione deve essere inviata all’Agenzia delle entrate di Torino all’indirizzo “Agenzia delle entrate-Sat sportello abbonamenti Tv, casella postale 22, 10121 Torino”.

 Di seguito il link dell’Agenzia delle entrate dove trovare il modello per avere l’esenzione dal pagamento del canone rai:

Esenzione canone Rai per terromotati

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.