Esenzione bollo auto 2018 per divorziati? E’ possibile, le novità

Esenzione bollo auto 2018 per divorziati, quando è possibile.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Bollo auto casi possibili

Esenzione bollo auto 2018, il quesito di un nostro lettore:

Gentile Sig.ra Angelina Tortora, desiderei sapere se posso usufruire dell’esenzione del pagamento bollo auto poiché sono divorziato dal 28/02/2017. Nel febbraio 2018 ho acquistato una “ibrida” benzina gpl Nissan Micra usata anno 2009 cilindrata 1.200 cc., Grazie infinite per il Suo eventuale riscontro, la saluto cordialmente.

Non esiste un esenzione bollo specifica per gli automobilisti divorziati, esiste l’esenzione del bollo per le auto ibride, ma ci sono dei requisiti da rispettare e possono subire variazioni in base alla regione di appartenenza, analizziamo nel dettaglio in quali casi è prevista l’esenzione.

Esenzione bollo auto ibrida: vediamo nel dettaglio come si può accedere a questa iniziativa

Demolizione auto: per usufruire delle agevolazioni, il mezzo (ma anche un motocarro o un autocarro) dev’essere demolito nel periodo compreso tra il 2 gennaio e il 31 dicembre 2018.
A ciascun veicolo demolito può essere associato l’acquisto di una sola autovettura. Gli autoveicoli rottamati, di qualsiasi cilindrata, devono appartenere a una delle seguenti classi di emissione:

Vettura Euro 0 a benzina o diesel: auto Euro 1 a benzina o diesel omologati ai sensi delle direttive 91/441/CEE, 91/542/CEE riga A o 93/59/CEE;
Mezzi Euro 2 diesel omologati ai sensi delle direttive 91/542/CEE riga B, 94/12/CE, 96/1/CE, 96/44/CE, 96/69/CE, o 98/77/CE;
Veicoli Euro 3 diesel omologati ai sensi delle direttive 98/69/CE, 98/77/CE fase A, 99/96/CE, 99/102/CE fase A,  2001/1/CE  fase  A,  2001/27/CE, 2001/100/CE fase A, 2002/80/CE fase A, 2003/76/CE fase A;
Autoveicoli a doppia alimentazione benzina/metano o benzina/GPL, omologati all’origine nella classe emissiva Euro 0 oppure EURO 1 a benzina.

Per avere diritto al beneficio si dovrà acquistare, in proprietà oppure in leasing, una macchina con le seguenti caratteristiche:

  • nuova o usata;
  • di cilindrata non superiore a 2.000 cm3;
  • appartenente alla classe di emissioni Euro 5 o Euro 6;
  • con alimentazione a benzina, bifuel (benzina Gpl o benzina/metano), ibrida (benzina/elettrica);
  • destinata a uso privato;
  • intestata a persona fisica o a persona giuridica.
  • NON sono ammesse al beneficio le autovetture alimentate a gasolio.

Per accedere all’esenzione bollo: l’acquisto deve avvenire nel periodo compreso tra il 2 gennaio e il 31 dicembre 2018 (l’immatricolazione può essere successiva a quest’ultima data a condizione che il contratto d’acquisto sia firmato entro il 31 dicembre).
Per le auto usate si fa riferimento alla data dell’atto di acquisto trascritto al Pubblico Registro Automobilistico (Pra). Nel caso di compravendita tra privati, la data di riferimento è quella dell’autenticazione della firma apposta sull’atto di vendita.

L’auto acquistata dev’essere intestata alla stessa persona fisica proprietaria dell’auto da demolire, altrimenti ad un componente del medesimo nucleo familiare testimoniato dallo stato di famiglia.

In risposta al nostro lettore, solo se rientra in questi requisiti, può ottenere l’esenzione del bollo auto.

Gli altri casi di esenzione riguardano la legge 104, consigliamo di leggere: Bollo auto e legge 104, come chiedere l’esenzione (guida completa con moduli

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Fisco e tasse, Bollo auto

I commenti sono chiusi.