Equitalia: addio a sanzioni e more nelle nuove cartelle

Addio Equitalia, subentra l'Agenzia delle Entrate con più compliance e meno intrusione. Ci sarà una rottamazione delle multe senza interessi e senza sanzioni, ma non per tutti.

di , pubblicato il
Addio Equitalia, subentra l'Agenzia delle Entrate con più compliance e meno intrusione. Ci sarà una rottamazione delle multe senza interessi e senza sanzioni, ma non per tutti.

L’addio a Equitalia varato dal decreto legge di Bilancio, avverrà velocemente. Equitalia va via e si apre un’altra tipologia di riscossione. Il premier Matteo Renzi sottolinea che il modello adottato sara quello di un “un meccanismo per cui quando non paghi una tassa ti arriva un sms: se mi scordo”.

Rottamazione delle multe senza interessi e senza sanzioni, ma non per tutti

Sei mesi di tempo, per cambiare rotta.

Il percorso tracciato porta a un’internazionalizzazione della riscossione all’interno dell’Agenzia delle Entrate, ci sarà più compliance e meno intrusione. Il cambiamento anche per l’Agenzia delle Entrate, sarà un ente rinnovato. Sarà garantita una maggiore autonomia gestionale.

Addio a Equitalia, ecco cosa potrebbe cambiare per il contribuente

La chiusura di Equitalia si accompagna a un’altra misura annunciata dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi: la rottamazione delle cartelle esattoriali che dovrebbe portare a un recupero di circa 4,2 miliardi.
Queste Cifre, sono possibili sempre con l’adesione dei contribuenti. Le imposte si pagano per intero, ma si fa piazza pulita di altre voci che spesso portano a raddoppiare e triplicare l’importo dovuto in cartella.
Non tutto, però, sarà rottamabile. Ecco perché i funzionari di Equitalia, dovranno revisionare quasi un milione di cartelle per scorporare l’Iva in modo da evitare contestazioni da parte della Commissione europea, visto che si tratta di un’imposta di competenza comunitaria.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.