Ecobonus auto 2022: Draghi firma il decreto, ecco tutti i vantaggi

L’ecobonus 2022 è destinato agli acquisti l’acquisto di veicoli a bassissime emissioni: auto e moto, elettrici, ibrid e altro ancora.

di , pubblicato il
Ecobonus acquisto auto 2022 spiccano tra le più grosse delusioni d'inizio anno

Il presidente del consiglio, Mario Draghi, su proposta del ministro dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha firmato il Decreto che ridisegna e finanzia in maniera strutturale l’incentivo per l’acquisto di veicoli, auto e moto, elettrici, ibridi e a basse emissioni. È quanto stato reso noto dallo stesso MISE, con un comunicato stampa del 6 aprile 2022.

Il provvedimento destina 650 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022-2023-2024. Vediamo meglio di cosa si tratta e a chi è destinato il nuovo incentivo.

Ecobonus auto 2022, cos’è e a chi spetta

L’ecobonus 2022 è destinato agli acquisti l’acquisto di auto a bassissime emissioni: full eletric e ibride. Ad ogni modo, una parte dell’incentivo sarà destinata all’acquisto di vetture diesel e benzina con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 135. In particolare:

  • per l’acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 nella fascia di emissioni 0-20 g/km (elettriche), con un prezzo fino a 35 mila euro, è possibile richiedere un contributo di 3 mila euro, a cui potranno aggiungersi ulteriori 2 mila euro se è contestualmente venga rottamata un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5;
  • con l’acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 nella fascia di emissione 21-60 g/km (ibride plug – in), con un prezzo fino a 45 mila euro, il contributo è di 2 mila euro, più 2 mila euro nel caso in cui si rottami un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5;
  • per l’acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 nella fascia di emissioni 61-135 g/km (diesel e benzina a basse emissioni), con un prezzo fino a 35 mila euro, è possibile richiedere un contributo di 2 mila euro se è contestualmente rottamata un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5.

Sono inoltre previsti contributi per l’acquisto di ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi e di veicoli commerciali di categoria N1 e N2.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,