Eco Tassa Auto 2020: in arrivo una stretta agli incentivi

Un emendamento del M5S al dl Milleproroghe approvato in commissione alla Camera pone in essere una stretta agli incentivi per l’acquisto di auto a bassa emessine di CO2. Vediamo meglio di cosa si tratta.

di , pubblicato il
Un emendamento del M5S al dl Milleproroghe approvato in commissione alla Camera pone in essere una stretta agli incentivi per l’acquisto di auto a bassa emessine di CO2. Vediamo meglio di cosa si tratta.

In arrivo una stretta alla cosiddetta “Eco Tassa Auto”. Approvato in Commissione alla Camera un emendamento del movimento 5 stelle che ne abbassa le soglie d’accesso. Ma vediamo meglio di cosa si tratta.

Eco Bonus Auto: cosa è?

Sostanzialmente, si tratta di un contributo da 1.500 euro a 6.000 euro per l’acquisto di un veicolo con emissioni inquinanti di CO2 inferiori a 70 g/km e prezzo da listino ufficiale della casa produttrice inferiore a 50.000 euro (Iva esclusa).

L’importo del contributo varia a seconda se contestualmente si rottama un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 1, Euro 2, Euro 3 o Euro 4.

Il venditore riconosce il contributo immediatamente all’acquisto dell’auto e, in un secondo momento, l’impresa costruttrice o importatrice rimborsa l’importo al venditore e lo recupera a sua volta sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in compensazione.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la relativa pagina web dell’Agenzia delle Entrate.

Eco Bonus Auto 2020: la stretta all’interno del Milleproroghe

Un nuovo emendamento al Decreto Milleproroghe a firma Movimento 5 Stelle, approvato in commissione alla camera, ne abbassa la soglia di accesso.

In pratica, si potrà beneficiare di questo Ecobonus di 2.500 euro per l’acquisto di auto con emissioni di CO2 tra i 21 e i 60 g/Km, invece che fra i 21 e i 70 CO2 g/km attualmente concessi. 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

 

Argomenti: , ,