Al via le domande di contributo a fondo perduto decreto Ristori e Ristori bis

Chi ha già presentato domanda per il contributo a fondo perduto del decreto Rilancio non deve ripresentarla

di , pubblicato il
Chi ha già presentato domanda per il contributo a fondo perduto del decreto Rilancio non deve ripresentarla

Ci sarà tempo fino al 15 gennaio 2021 per presentare, all’Agenzia delle Entrate, la domanda di accesso al contributo a fondo perduto di cui al decreto Ristori e Ristori bis. Interessati dalla scadenza sono coloro che non hanno presentato domanda per il contributo a fondo perduto di cui al decreto Rilancio.

Infatti, per chi già aveva presentato richiesta per il vecchio beneficio, ora, se rientra anche tra i beneficiari di quello di cui al Ristori e Ristori-bis, l’accredito sarà automatico sul c/c indicato per il precedente.

Contributo fondo perduto decreto Ristori e Ristori bis: come presentare la domanda

L’Amministrazione finanziaria ha approvato i relativo modello di domanda con il Provvedimento n. 358844 del 20 novembre 2020 e pubblicato sul proprio sito istituzionale anche la relativa Guida.

La domanda va presentata via web mediante il portale “Fatture e corrispettivi” dell’Agenzia delle Entrate oppure attraverso l’utilizzo di un software di compilazione e un successivo invio attraverso l’applicativo “Desktop telematico”. L’autenticazione potrà avvenire con le credenziali Fiscoonline o Entratel dell’Agenzia, tramite Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, oppure mediante la Carta nazionale dei Servizi (Cns).

Nella richiesta sono da indicarsi:

  • il codice fiscale del richiedente e dell’eventuale rappresentante o intermediario
  • le informazioni sulla sussistenza dei requisiti
  • l’Iban del conto corrente su cui ricedere l’accredito.

I beneficiari del contributo a fondo perduto decreto Ristori e Ristori bis

Ricordiamo che, il contributo a fondo perduto “Ristori”, è quello previsto in favore degli operatori dei settori economici interessati dalle nuove misure restrittive contenute nel DPCM del 24 ottobre 2020 (chiusura, riduzione dell’orario di apertura o limitazione nelle modalità di svolgimento disposte per determinate attività su tutto il territorio nazionale)

Il contributo a fondo perduto “Ristori-bis”, è quello in favore degli operatori dei settori economici interessati dalle ulteriori misure restrittive contenute nel DPCM del 3 novembre 2020 (chiusura, riduzione dell’orario di apertura o limitazione nelle modalità di svolgimento disposte per determinate attività aventi sede nelle aree caratterizzate da uno scenario di massima gravità (c.

d. regioni “rosse”).

Potrebbe anche interessarti:

Argomenti: ,