Dl fiscale: arriva l’agente sotto copertura contro il gioco minorile, ecco cosa farà

Sempre contro il gioco illegale arriverà anche il registro unico degli operatori, tutte le novità.

di , pubblicato il
Sempre contro il gioco illegale arriverà anche il registro unico degli operatori, tutte le novità.

Tra le novità emerse dalla bozza del Dl fiscale per contrastare la lotta all’evasione, c’è anche l’agente sotto copertura che avrà lo scopo di «prevenire il gioco minorile e impedire l’esercizio abusivo del gioco con vincita in denaro, contrastare l’evasione fiscale e l’uso di pratiche illegali».

Si tratta, quindi, di una nuova figura davvero rivoluzionaria. 

Che cosa prevede la figura dell’agente sotto copertura 

Tra le vere novità della bozza del Dl clima spicca la figura dell’agente sotto copertura che dovrà prevenire il gioco minorile e quello abusivo. Si legge, infatti, che  l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli potrà costituire un fondo con un importo non superiore a 100mila euro all’anno per il controllo delle operazioni di gioco. In sostanza, l’agente sotto copertura potrà effettuare operazioni di gioco nei luoghi in cui si effettuano scommesse per acquisire prove. Le operazioni potranno essere svolte anche da polizia, GDF e carabinieri.

Sempre contro il gioco illegale arriverà il registro unico degli operatori che costerà 200 euro per l’iscrizione oltre alla presentazione di autorizzazioni, concessioni e certificazione antimafia. L’iscrizione andrà rinnovata ogni anno e nel caso di accertate irregolarità, scatteranno delle multe di 10 mila euro a cui si aggiunge il divieto di iscrizione nei 5 anni successivi. Sanzione anche per quei concessionari che hanno rapporti con esercenti non iscritti al registro.

Le altre novità 

Interessante anche il capitolo dedicato ai seggiolini antiabbandono. Ospite a Porta a Porta, la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli ha detto che “Nel decreto fiscale che approveremo a breve ci saranno delle agevolazioni sia per il dispositivo mobile che per tutto il seggiolino anti-abbandono per rendere meno oneroso l’acquisto“.

Stretta anche sui carburanti, alcolici, auto con targhe estere e l’inasprimento delle pene per i grandi evasori che passeranno alla confisca dei beni. Per quanto riguarda il capitolo anti-frodi, invece, si dovrebbero estendere i meccanismi informatici per il controllo dei depositi di gasolio e benzina per autotrazione ma c’è anche l’attenzione per l’evasione legata alle accise sul gas naturale e sull’energia elettrica.

Leggi anche: Bonus Tv 2019: da Natale lo sconto di 50 euro per il nuovo digitale, come funzionerà?

Argomenti: , , ,