DL Competitività, credito investimenti, bonus agricoltura. Ecco tutte le novità

Credito di imposta al 15% per investimenti in beni strumentali, pagamenti veloci da parte della Pa e bonus fiscali in agricoltura

di , pubblicato il
Credito di imposta al 15% per investimenti in beni strumentali, pagamenti veloci da parte della Pa e bonus fiscali in agricoltura

Bonus assunzione in agricoltura, credito di imposta per le imprese fino ai pagamenti della PA verso le Pmi. Ecco tutte le principali misure del decreto competitività del governo.

Credito di imposta 15% investimenti in beni strumentali

Tra le prime misure del DL competitività troviamo il credito d’imposta previsto per le imprese sugli investimenti in nuovi beni strumentali.

Il credito, che non vale per importi unitari inferiori ai 10 mila euro, scatterà per le spese effettuate entro il 30 giugno 2015 e sarà concesso nella misura del 15% dell’incremento dei costi sostenuti rispetto alla media degli investimenti realizzati nei 5 periodi di imposta precedenti.

Stop alla super Scia per le attività di impresa

Importante in capitolo semplificazioni con un potenziamento delle Agenzie per le imprese la cui attività potrà sostituire a tutti gli effetti i controlli e le attività delle Pa. Cancellato nel passaggio alla Camera un’importante semplificazione introdotta al Senato per l’apertura di qualsiasi attività: con una semplice Scia o l’autocertificazione con controlli ex post per tutte le attività dal 1° gennaio 2015.

Pagamenti PA verso le imprese

Slitta fino a ottobre il tempo per certificare i crediti. Il Dl competitività proroga al 31 ottobre 2014 il termine per la presentazione dell’istanza di certificazione da parte dei soggetti creditori, fissato al 23 agosto 2014. La scadenza vale per poter beneficiare della garanzia dello Stato nelle operazioni di cessioni dei credito.

Agricoltura: bonus assunzione & Co

Introdotte diverse misure a favore dei giovani nel settore dell’agricoltura come:

  • mutui a tasso zero,
  • detrazione al 19% per affitto dei terreni a under 35
  • sgravio di un terzo della retribuzione lorda per assunzioni più stabili
  • deduzioni Irap (fino a 10.500 euro) per lavoro a giovani e donne nelle Regioni del Sud.

Via libera anche al registro unico dei controlli. Per le imprese infine tre crediti d’imposta: due al 40% per investimenti fino a 400mila euro per innovazione e per reti d’impresa e uno al 40% fino a 50mila euro per e-commerce.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.