Divorzi in aumento dopo il reddito di cittadinanza? Salvini promette controlli

E' vero che il reddito di cittadinanza ha aumentato le domande di separazione e divorzio? Salvini non lo nega, anzi. Ma al contempo garantisce che i furbetti non avranno vita facile.

di , pubblicato il
E' vero che il reddito di cittadinanza ha aumentato le domande di separazione e divorzio? Salvini non lo nega, anzi. Ma al contempo garantisce che i furbetti non avranno vita facile.

E’ vero che il reddito di cittadinanza ha aumentato le domande di separazione e divorzio? Salvini non lo nega, anzi. Ma al contempo garantisce che i furbetti non avranno vita facile e promette controlli mirati sia sulle richieste di divorzio sospette che, più in generale, su acquisti strani da parte dei beneficiari del sussidio.

A proposito delle possibili tensioni interne che la gestione del reddito di cittadinanza potrebbe creare, Salvini smentisce anche il rischio di crisi esecutive.

Rispondendo alle accuse di Giancarlo Giorgetti, sottosegretario della Presidenza del Consiglio, Salvini ha precisato “Abbiamo troppo da fare e non esiste una maggioranza alternativa”.

Leggi anche:

Reddito di Cittadinanza: giro di vite sui controlli

Divorziate e reddito di cittadinanza: si perde il diritto al sussidio?

Riforma tasse e controlli su reddito di cittadinanza: le priorità del governo Lega-Movimento 5 Stelle

Tra le priorità del governo elencate da Matteo Salvini c’è l’abbattimento della pressione fiscale. 

Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza esistono oggi dei paletti per le domande. Per i controlli non ci sono metodi definiti di verifica. In ogni caso sarà compito del governo trovare linee guida per attivare queste verifiche.

Il problema fondamentale resta bilanciare questa esigenza con quella di tutela della privacy dei beneficiari. Quando si parlò di controlli sull’uso della carta, emerse proprio questa polemica.

Come si possono controllare le spese della carta del reddito di cittadinanza?

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,