Come diventare Youtuber e guadagnare: intervista con RichardHTT

Una lunga intervista con Richard HTT che ci svela i segreti di YouTube e fornisce ai giovani tanti preziosi consigli per entrare in questo mondo.

di , pubblicato il
Una lunga intervista con Richard HTT che ci svela i segreti di YouTube e fornisce ai giovani tanti preziosi consigli per entrare in questo mondo.

Il mondo di YouTube sempre di più influenza le giovani generazioni che, visto il successo di alcuni Yuotubers, sognano di ricalcarne le orme in cerca di fama, successo e, perché no, facili guadagni. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di intervistare uno youtuber che, fatta la dovuta gavetta, è riuscito, grazie alle sue doti sicuramente fuori dal comune, ad affermarsi nella comunità virtuale raccogliendo molti fans e seguaci. Stiamo parlando di RichardHTT,  di cui è possibile, inoltre, visitare il profilo Twitter di RichardHTT e quello Instagram.

RichardHTT, nome d’arte di Riccardo Accattatis, un ventiquattrenne di origine romana illustratore e animatore grafico per passione che ha improntato il suo canale YouTube su tutorial, che spiegano le tecniche del disegno, ma anche su brevi storie animate, mini commedie e cartoon, scrivendo anche un fumetto.

In una lunga intervista Riccardo ci ha raccontato la storia del suo successo e ci ha dato preziosi consigli per coloro che vorrebbero aprire un canale Youtube facendo della propria passione una fonte di guadagno.

Patrizia: Visto che sempre più giovani sognano di diventare youtuber, ci vuoi raccontare come tu hai iniziato questa grande avventura?

Riccardo: Io ho iniziato a caricare video sul mio canale Youtube nel 2008 quando il sito non aveva ancora tutto il successo che ha attualmente! Avevo 15 anni e, visto che mi annoiavo davvero moltissimo, passavo molto del mio tempo a disegnare fumetti.
Purtroppo non avevo moltissime persone a cui far vedere i miei lavori ed è proprio questo che mi ha spinto ad interessarmi ad internet, un luogo dove potevo entrare facilmente in contatto con tantissimi disegnatori semplicemente stando davanti al pc. Prima mi sono iscritto ad un forum di disegno ed ho pubblicato lì i miei lavori, poi successivamente mi sono creato un canale su Youtube ed ho caricato il mio primo video dal titolo “PER PIACERE GUARDATELO! – alcuni miei disegni manga” (insomma un titolo poco disperato) in cui mostravo alcuni dei miei disegni.
A distanza di quasi un anno mi accorsi che, sorprendentemente, molte persone avevano visto quel video e, dicendomi che ero molto bravo, mi proponevano di realizzare anche dei tutorial sul disegno! Così, ispirato da tutti quei commenti positivi, misi da parte i miei primi 100 euro e mi comprai una videocamerina con cui iniziai a fare video istruttivi e molto semplici su come imparare a disegnare.

P.:  i Guadagni sono arrivati subito o hai dovuto aspettare con pazienza che maturassero i tempi?

R.: I guadagni all’inizio non c’erano proprio! Youtube permette di guadagnare dai propri video solo attraverso la sottoscrizione di un contratto di Partnership che ti permette di guadagnare dagli inserti pubblicitari sui tuoi contenuti; adesso la Partnership è molto facile da ottenere ma a suo tempo era una “strana cosa magica e rarissima” che veniva concessa solo a pochi eletti, quindi per molti anni non ho avuto guadagni dai miei video, solo dopo aver raggiunto i 9000 iscritti mi concessero la Partnership ed iniziai a mettere da parte circa 200 euro al mese, una cifra che certamente non mi permetteva di diventare ricco, ma che ha contribuito a motivarmi e far crescere la mia attività fino ad oggi, dove il mio canale è sicuramente più redditizio e mi permette anche di entrare lavorativamente in contatto con molte aziende importanti come Netflix, kellogg’s, giochi preziosi e molte altre.

P.: Hai dovuto fare degli investimenti iniziali per iniziare a gestire il tuo canale?
R.:Sì, piccoli investimenti iniziali come la videocamerina, per poi andare con il tempo verso investimenti più grandi come un nuovo computer, un microfono, una nuova fotocamera per sostituire la videocamerina, obiettivi, luci, green screen ecc. Ma il mio caso è solo uno tra tanti, occupandomi anche di montaggio video, post-produzione, animazione ecc. Ho bisogno di tutta la strumentazione adeguata per svolgere al meglio il mio lavoro! Molti altri creatori di contenuti su Youtube magari potrebbero aver bisogno solo di metà delle cose che ho io o, più probabilmente, solo di una videocamera ed un buon computer! Alla base di tutto ci sono le idee, e molte buone idee possono essere realizzate anche con gli strumenti più alla mano.

L’intervista a Riccardo, con i suoi preziosi consigli, continua alla pagina seguente.

Patrizia: Se dovessi dare un consiglio a tutti coloro che vogliono intraprendere questa strada quale sarebbe il primo?

Riccardo: Non aprirsi un canale solo per seguire la massa! Ora è diventata quasi una moda fare video su Youtube e diventare degli “Youtuber”! Ho parlato con tantissimi ragazzi che volevano aprirsi un canale senza avere la minima idea di quello che avrebbero voluto farci e chiedendo direttamente a me quali video potessero realizzare… e questo è un approccio totalmente sbagliato verso la piattaforma! Il consiglio più importante che mi sento di dare a tutti i ragazzi che vogliono intraprendere questa strada è di pensare a quali siano le loro passioni, a cosa vorrebbero comunicare! Se potessero avere la possibilità di fare il lavoro dei loro sogni quale sarebbe? E cosa potrebbero realizzare per far vedere a tutto il mondo le loro capacità ed aiutarli a sentirsi realizzati? Io da piccolo volevo diventare un Mangaka (un disegnatore di fumetti in stile giapponese), i professori del mio liceo cercavano continuamente di scoraggiarmi e le persone che credevano in me erano pochissime! L’unico che mi ha spronato a continuare era mio fratello, regalandomi manuali di disegno per imparare! Successivamente, grazie a Youtube e ad i miei primi video in cui mostravo i miei disegni, sono riuscito ad entrare in contatto con migliaia di persone come me che mi hanno sostenuto e chiesto di continuare! Probabilmente se non avessi mai deciso di mostrare questa mia passione online non avrei mai continuato questa mia strada.
Ora non posso certamente dire di essere un Mangaka, o di volerlo ancora diventare, ma è proprio l’aver continuato a credere di poterlo essere che mi ha permesso di evolvere ed appassionarmi ai video, all’animazione e alla realizzazione di storie animate! i sogni e le passioni con il tempo mutano e si plasmano in base alle nostre aspirazioni! E anche se alcune strade possono sembrare poco battute e dalla meta lontana ed irraggiungibile, non si può mai sapere dove la volontà di percorrerle possa portarci.

P.:  Altri consigli da dare soprattutto ai giovanissimi che vogliono seguire le orme degli youtubers più famosi?
R. :Non lasciatevi influenzare! Siate semplicemente voi stessi! È giusto avere dei riferimenti ma è sbagliato pensare che se si vuole avere successo allora si debba emulare chi ha successo! Non fatelo pensando esclusivamente alla popolarità o al guadagno, ma con l’obiettivo di mostrare il vostro talento al mondo! In questo modo state pur certi che avrete grandi soddisfazioni e, con il tempo e l’impegno, anche i vostri primi grandi sostenitori.

P.:  Secondo te è un lavoro in cui tutti possono “sfondare” o servono delle doti particolari? Se si quali sono quelle fondamentali?

R.:Fare video su Youtube non è un lavoro, ma le idee alla base della creazione di un video possono renderlo tale! Se si pubblicano video senza idee e con il preciso scopo di “sfondare” allora si sta già mettendo un piede nella fossa! Purtroppo queste cose difficilmente si verificano dall’oggi al domani, il successo si costruisce con il tempo (come tutte le cose) e facendo ruotare tutte le proprie aspettative intorno alla popolarità e al guadagno si rischia di rimanere facilmente delusi, anche davanti a risultati positivi ma mai abbastanza rispetto alle proprie aspettative. L’unico modo per rimanere motivati è avere un rapporto più genuino e personale con quello che si vuole costruire, video basati sulla volontà di realizzare un proprio progetto o una propria ambizione e non mirati semplicemente ad “essere famoso”, questo è un consiglio spassionato che do a tutti i ragazzi per preservare la propria salute mentale! All’inizio i miei video avevano 30-40 visite ciascuno ed ero CONTENTISSIMO! se avessi avuto in mente solo la popolarità avrei chiuso il canale il giorno dopo.

P.: Bisogna avere un mentore che “spinga” il lavoro che si effettua o basta solo un pò di simpatia e fortuna?
R.: Avere un supporto nella condivisione dei propri contenuti può aiutare, ma se alla base di ogni video non c’è spontaneità ed una buona idea anche la condivisione da parte di un canale importante è totalmente inutile! Quindi non lo considererei affatto un requisito essenziale!

P.:Tu hai avuto dalla tua parte le capacità artistiche del sapere disegnare molto bene che ti hanno reso uno youtuber abbastanza atipico che offre video molto diversi rispetto alla stragrande maggioranza; cosa consigli a chi non ha delle doti artistiche o cose particolari che potrebbero interessare la gente?

R.: Youtube è semplicemente un contenitore, tutti possono caricare contenuti e mostrare capacità, talento o interessi, Il segreto sta solo nel riuscire a chiarire con sé stessi cosa vogliamo mostrare! Sai scrivere? allora potresti leggere qualche tua storia in video e chiedere un parere; sai suonare? Allora potresti comporre o far sentire una tua cover; non sai disegnare, non sai scrivere, ma ti piace comunque leggere? Potresti dire in video quali sono i tuoi libri preferiti, o mostrare i fumetti che hai comprato! Non bisogna per forza avere un “super talento”, non è italia’s got talent, alla base di tutto c’è la comunicazione! E, ripeto, non si sa mai dove può portarti un’idea, anche semplice e, all’apparenza, poco speciale! Un video dove si chiacchiera e si scherza con un amico potrebbe diventare in futuro uno show di intrattenimento! Un video in cui si recensiscono dei film potrebbe dar vita ad un prestigioso canale di critica cinematografica! Non ci sono limiti agli sviluppi che possono avere le idee! Alla base di tutto c’è la SPONTANEITÀ’, e per essere spontanei bisogna prima di tutto essere sinceri con sé stessi, facendo qualcosa per il puro gusto di farlo e non con l’obiettivo di interessare e piacere a più gente possibile.

a cura di Patrizia Del Pidio

se vuoi raccontare la tua storia contattami

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.