Disoccupazione NASpI in DIS-COLL, le novità INPS

L'INPS fornisce importanti chiarimenti nella trasformazione dell'indennità di disoccupazione NASpI a DIS-COLL, tutte le novità.

di , pubblicato il
L'INPS fornisce importanti chiarimenti nella trasformazione dell'indennità di disoccupazione NASpI a DIS-COLL, tutte le novità.

Trasformazione della disoccupazione NASpI in DIS-COLL, l’INPS fornisce importanti chiarimenti con il messaggio n. 4804 del 30 novembre 2017.

Nel messaggio vengono evidenziate le trattazione delle domande di disoccupazione NASpI presentate per errore al posto di domande di indennità DIS-COLL. Inoltre, l’INPS comunica che è stata ulteriormente prorogata la sperimentazione relativa al riconoscimento dell’indennità DIS-COLL per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1° gennaio 2017 al 30 giugno 2017.

Disoccupazione NASpI in DIS-COLL

Con il messaggio 30 novembre 2017, n. 4804, L’INPS, fornisce chiarimenti sui requisiti che occorrono per poter valutare la domanda di prestazione NASpI come domanda di DIS-COLL, nei casi in cui sia stata presentata come domanda di NASpI.

Nello specifico:

  • la trasformazione in domanda di DIS-COLL è possibile per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1° gennaio 2017;
  • per gli assegnisti e i dottorandi di ricerca con borsa di studio, la trasformazione è possibile esclusivamente per le cessazioni verificatisi a partire dal 1° luglio 2017.

Le strutture territoriali procederanno all’acquisizione di una nuova e corretta domanda esclusivamente su richiesta di parte, corredata dalla documentazione eventualmente richiesta ai fini dell’accesso alla prestazione di disoccupazione spettante.

Le nuove domande dovranno comunque essere acquisite con la medesima data di presentazione di quelle erroneamente inoltrate.

NASpI

La NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego) è una indennità mensile di disoccupazione, che sostituisce le precedenti prestazioni di disoccupazione ASpI e MiniASpI in relazione agli eventi di disoccupazione involontaria che si sono verificati a decorrere dal 1° maggio 2015. La NASpI è erogata su domanda dell’interessato.
L’indennità di disoccupazione, spetta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che hanno perduto involontariamente l’occupazione, compresi:

  • apprendisti;
  • soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato con le medesime cooperative;
  • personale artistico con rapporto di lavoro subordinato;
  • dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni.

Non possono accedere alla prestazione:

  • dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni;
  • operai agricoli a tempo determinato e indeterminato;
  • lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, per i quali resta confermata la specifica normativa;
  • lavoratori che hanno maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato;
  • lavoratori titolari di assegno ordinario di invalidità, qualora non optino per la NASpI.

Chi intende avviare un’attività lavorativa autonoma o d’impresa individuale o vuole sottoscrivere una quota di capitale sociale di una cooperativa, nella quale il rapporto mutualistico ha a oggetto la prestazione di attività lavorativa da parte del socio, può richiedere la liquidazione anticipata e in un’unica soluzione della NASpI.

NASpI come comunicare l’IBAN, l’inizio di nuovo lavoro, cambio indirizzo

DIS-COLL

L’indennità di disoccupazione DIS-COLL spetta ai collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, che hanno perso involontariamente l’occupazione dal 1° gennaio 2015 e che sono iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata presso l’INPS. A partire dal 1° luglio 2017 il beneficio è stato esteso anche agli assegnisti e ai dottorandi di ricerca con borsa di studio.

L’indennità non spetta a:

  • collaboratori titolari di pensione;
  • titolari di partita IVA;
  • amministratori e sindaci;
  • revisori di società;
  • associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica.

Dis-Coll, proroga bis: indennità di disoccupazione estesa ai collaboratori senza lavoro nel 2017

Fonte: messaggio Inps n. 4804 del 30 novembre 2017

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.