Dimmi che lavoro fai e ti dirò che bonus figli ti spetta (disoccupati inclusi)

Dimmi che lavoro fai e ti dirò che bonus figli ti spetta (disoccupati inclusi). Quello che c'è da sapere per non farsi trovare impreparati, e soprattutto per incassare l'assegno con tutti gli arretrati.

di , pubblicato il
Dimmi che lavoro fai e ti dirò che bonus figli ti spetta (disoccupati inclusi)

Tra le tante agevolazioni di Stato attualmente in vigore, dimmi che lavoro fai e ti dirò che bonus figli ti spetta (disoccupati inclusi). Perché dall’1 luglio del 2021, proprio a partire dai disoccupati con figli, sono stati aperti i termini per chiedere e per ottenere l’assegno temporaneo minori.

Si tratta, nello specifico, di una misura ponte, di un bonus figli fino al prossimo 31 dicembre del 2021. Dopodiché dal 2022 è atteso l’esordio delle misura strutturale di sostegno alla natalità ed alla genitorialità. Ovverosia, l’assegno unico figli fino a 21 anni. Così come riportato in questo articolo.

Dimmi che lavoro fai e ti dirò che bonus figli ti spetta (disoccupati inclusi)

I disoccupati, come sopra accennato, sono inclusi nell’assegno temporaneo 2021 con figli minori. Ma nella potenziale platea rientrano pure i lavoratori autonomi ed i titolari di pensione da lavoro autonomo. E lo stesso dicasi per i coltivatori diretti, per i coloni e per i mezzadri. E per tutti i nuclei familiari che non hanno i requisiti per l’accesso agli ANF. Ovverosia, agli assegni per il nucleo familiare.

Qual è l’importo del bonus figli che spetta in base all’ISEE

L’importo massimo mensile erogabile, per ciascun figlio minore, è pari a 167,50 euro. Quando l’ISEE non supera la soglia dei 7.000 euro. L’importo massimo sale a 217,8 euro per i nuclei familiari numerosi. E decresce comunque all’aumentare dell’indicatore della situazione economica equivalente fino alla soglia dei 50.000 euro. Inoltre, per l’assegno unico temporaneo scatta una maggiorazione di 50 euro per ogni figlio minore con disabilità.

Come si presenta la domanda per l’assegno unico 2021 temporaneo figli minori

La domanda per l’assegno unico 2021 temporaneo figli minori si presenta online.

Dal sito Internet dell’INPS muniti di credenziali di accesso. Oppure telefonando al contact center dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale. Oppure ancora, sul territorio, rivolgendosi ai patronati. Per chi presenta l’istanza online, dal sito Internet dell’Istituto di previdenza, serve il PIN dispositivo. Oppure l’identità digitale SPID. Ma va bene pure la CNS o la carta di identità elettronica. Quella che è nota semplicemente con la sigla CIE.

Argomenti: