Dichiarazione Tarsu vale anche con l’avvento della Tares

Vale anche quest'anno con l'avvento della Tares, la dichiarazione Tarsu già presentata negli anni scorsi dal contribuente, sempre che non ci siano state modifiche

di , pubblicato il

Dichiarazione Tarsu valevole anche con l’entrata in vigore della Tares, la nuova tassa sui rifiuti e servizi indivisibili comunali.

 Dichiarazione Tarsu e dichiarazione Tares

Entrata in vigore già lo scorso 1 gennaio 2013, anche se la prima rata è stata posticipata a luglio prossimo, sulla Tares le precisazioni non cessano di esser date.

L’ultima in ordine temporale riguarda l’obbligo dichiarativo in tema di Tares.

 In tal caso si afferma che vale la dichiarazione relativa alla Tarsu già presentata dal contribuente. Se non ci sono modifiche dei dati riguardanti l’immobile soggetto all’imposta sui rifiuti, vale il silenzio assenso, quindi vale la dichiarazione relativa alla Tarsu già presentata.

Una precisazione che viene direttamente dal Ministero dell’economia e della finanze che conferma come  l’obbligo di presentare la dichiarazione Tares non deve essere assolto se l’immobile è stato già denunciato per la Tarsu o la Tia, a condizione però che non ci siano successive modifiche.

Se ci sono modifiche allora va presentata una nuova dichiarazione, per la Tares. In tal caso si attende l’approvazione del modello tipo redatto dai tecnici ministeriali e da approvare da parte dei comuni che devono anche fissare il termine entro cui presentare la nuova dichiarazione.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.